Il gip Alessandra Pfiffner, su richiesta dei pm Gianfranco Colace e Laura Longo, ha spiccato per lui un ordine di custodia cautelare con l'accusa di corruzione.

Lo scorso settembre Quaglia era stato ripreso dalle telecamere mentre consegnava a Enrico Maggiore, presidente della commissione di verifica del Ministero dell' Economia, un panino contenente duemila euro. Una somma affinché fossero concesse certificazioni mediche false o parzialmente false per fare ottenere pensionamenti anticipati per invalidita' a dipendenti pubblici.

Per ogni pratica Quaglia incassava cinquemila euro, di cui mille venivano consegnati a Maggiore. Sono 592 le pratiche irregolari scoperte dal 2005 al 2015.

La Procura di Torino ha disposto il sequestro preventivo di beni dei due indagati: 600 mila euro per Maggiore, un milione e centomila euro per Quaglia.

Data di pubblicazione: 4 febbraio 2016, ultimo aggiornamento 4 febbraio 2016