immagine della campagna

I vaccini, come riconosciuto in modo unanime dalla comunità scientifica internazionale, sono uno degli strumenti di salute pubblica più sicuri ed efficaci di tutti i tempi.

La vaccinazione comporta benefici non solo, per effetto diretto sui soggetti vaccinati, ma anche, in modo indiretto sulla comunità, poiché induce protezione ai soggetti non vaccinati (cosiddetta herd immunity - immunità di gregge).

La strategia di prevenzione vaccinale ha un rapporto costo-efficacia estremamente vantaggioso per il nostro Servizio Sanitario Nazionale. Tuttavia, paradossalmente, proprio il successo delle vaccinazioni crea problemi nella loro accettazione poiché la diminuzione di frequenza di alcune malattie ha portato ad una diminuzione della percezione della loro gravità.

Obiettivo

La campagna di comunicazione ha l’obiettivo di far comprendere alla popolazione la validità della vaccinazione quale strumento di prevenzione e lotta alle malattie trasmissibili.

Tra le varie malattie prevenibili, si richiama, in particolare, l’attenzione sul morbillo, rispetto al quale si registra, in Italia, una preoccupante situazione epidemiologica su cui è necessario intervenire.

Target

L’iniziativa si rivolge alla popolazione generale.

Contenuti

La campagna prende avvio con la diffusione dello spot che ha come protagonista il capitano della Nazionale italiana di pallavolo, Ivan Zaytsev. Un campione che condivide il messaggio dell’importanza della vaccinazione e che, da capitano della Nazionale, esprime al meglio i valori dell’impegno di squadra e della responsabilità verso se stessi e verso gli altri.

Lo spot, attraverso una metafora diretta e lineare, apre su un giovanissimo giocatore di pallavolo che si allena. Dal campo avversario iniziano ad arrivare palloni minacciosi che rappresentano i tanti virus a cui potremmo essere soggetti.

Il bambino cerca di reagire, ma da solo è in evidente difficoltà. Sarà un super campione, Ivan Zaytsev, simbolo del vaccino ad intervenire per evitare che la situazione sia compromessa.

Il claim “Facciamo squadra per la nostra salute” sintetizza il messaggio della campagna: la nostra comunità è una squadra e tutti coloro che ne fanno parte agiscono per vincere, anche nel caso della lotta alle malattie trasmissibili.

L’iniziativa proseguirà con la diffusione di un secondo spot a cui partecipa l'astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea, Samantha Cristoforetti, nota a livello mondiale, che rappresenta perfettamente i valori positivi della ricerca scientifica.

Lo spot punterà ad evidenziare, in modo semplice e diretto, come la scienza messa a servizio dell’uomo consenta di raggiungere grandi risultati, in tutti i campi. Così come ci permette di esplorare lo spazio, allo stesso modo ci aiuta a tutelare la salute.

L'astronauta e il capitano hanno partecipato a titolo gratuito.

Un ringraziamento speciale va all’Agenzia Spaziale Italiana, all'Agenzia Spaziale Europea e all’Osservatorio Astronomico di Roma.

Strumenti

Gli spot televisivi verranno veicolati sulle reti Rai negli spazi riservati dal Dipartimento Editoria della Presidenza del Consiglio alle Pubbliche Amministrazioni, sulle altre principali emittenti televisive nazionali (Canale, Italia 1, Rete a LA7, LA7D, TV8, Cielo, SkyTg24, SkyUno e Fox) e sui maggiori circuiti di televisioni locali (PRS e SportNetwork).

Anche per gli spot radio è prevista la diffusione sulle emittenti radiofoniche nazionali Rai, sulle altre principali emittenti, RTL102,5, RDS 100% grandi successi, Radio Deejay, Radio 105 e Radio Italia Solo Musica Italiana, nonché sulle principali radio locali

I messaggi saranno inoltre diffusi mediante una campagna stampa, web e social.

Guarda:

L’iniziativa sarà avviata nel mese di novembre e proseguirà nei mesi successivi.


Data di pubblicazione: 26 novembre 2018

Consulta le campagne di Vaccinazioni

Vai all'archivio completo delle campagne


Consulta l'area tematica: Vaccinazioni