Versione stampabile   Versione stampabile

  • Si tratta di due persone che hanno avuto contatti stretti con il primo caso e ambedue sono in buone condizioni di salute.
  • Ministero monitora attentamente la situazione

La Regione Toscana ha comunicato nel tardo pomeriggio di oggi  al Ministero della Salute che due soggetti, già sotto sorveglianza sanitaria perché entrati in contatto stretto con il primo caso italiano di infezione da MERS CoV, hanno sviluppato una forma clinica di infezione respiratoria, che al momento si presenta per entrambi con un quadro  non grave.

Le indagini di laboratorio, condotte in collaborazione tra le autorità sanitarie della Toscana e l'Istituto Superiore di Sanità, hanno confermato la diagnosi di infezione da MERS CoV.

I due nuovi casi si riferiscono ad una bambina di circa due anni, facente parte della famiglia del primo paziente, e ad un collega di lavoro dello stesso.

Entrambi i pazienti sono ricoverati in isolamento presso strutture sanitarie di Firenze.

La trasmissione dell'infezione da ammalati a persone che hanno avuto contatti  stretti e prolungati con essi è già stata documentata, anche in Europa, in ambiente domestico ed ospedaliero.

Il Ministero della Salute segue con attenzione la situazione, in contatto stretto con le autorità sanitarie toscane.

Data di pubblicazione: 1 giugno 2013, ultimo aggiornamento 20 giugno 2013