Versione stampabile   Versione stampabile

Comunicato n. 150
Data del comunicato 4 giugno 2008

Incidente nucleare centrale slovena di Krsko:nessun rischio di contaminazione nel nostro Paese

In merito all’incidente verificatosi nella centrale nucleare slovena di Krsko, e al conseguente “Allerta” lanciato dalla Commissione europea, l’Agenzia nazionale per la protezione dell’ambiente (Apat), interpellata da questo Ministero, conferma che l’incidente non ha riguardato emissioni nell’ambiente circostante di materiale radioattivo, ma si è trattato di una rottura dell’impianto di raffreddamento ad acqua del nucleo produttivo con versamento dell’apposito liquido contaminato nella vasca esteriore al nucleo appositamente destinata. La vasca ha assorbito completamente il liquido di raffreddamento contaminato senza alcuna emissione nell’ambiente esterno e, pertanto, si può escludere qualsiasi rischio di contaminazione nucleare del nostro Paese. Si conferma, invece, l’efficienza dei nostri sistemi di allerta nucleari permanenti.

Il Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali continuerà a monitorare in tempo reale l’evoluzione del fenomeno in costante collegamento con le autorità responsabili dell’Unione europea e della Slovenia.

 

Data di pubblicazione: 4 giugno 2008, ultimo aggiornamento 6 ottobre 2011