Il Ministero della Salute, nel rispetto di quanto stabilito nella legge Finanziaria per il 2008, e nel decreto-legge collegato, si avvia a definire accordi transattivi con i soggetti che abbiano subito un danno da trasfusioni, somministrazioni di emoderivati infetti e vaccinazioni obbligatorie allo scopo di estinguere una notevole parte del contenzioso in materia di risarcimento del danno, instaurato prima del 1° gennaio 2008, e su cui non si sia nel frattempo formato un giudicato. Le leggi citate ricomprendono tutte le patologie e le categorie ipotizzabili: talassemia, altre emoglobinopatie, anemie ereditarie, emofilia, emotrasfusione occasionale con sangue infetto e danno da vaccinazione obbligatoria.

Tutti i legali che hanno il mandato per la difesa in giudizio di tali soggetti dovevano presentare le domande di adesione alle transazioni dal 22 ottobre 2009 al 19 gennaio 2010, secondo le modalità contenute nella circolare n. 28/2009 del 20/10/2009, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 246 del 22 ottobre 2009, e quanto stabilito dal regolamento approvato con Decreto Ministeriale 28/04/2009, n.132.
Per l’acquisizione delle domande di adesione, nei termini sopra indicati, questa Amministrazione ha realizzato un sistema telematico, denominato Sistema RIDAB, che in modo semplice e chiaro ha permesso al legale di effettuare la domanda di adesione ed allegare la documentazione necessaria direttamente dal proprio computer.
Ove l’interessato non abbia potuto motivatamente avvalersi di tale modalità, è stato possibile inviare la domanda, corredata dei dati riportati sullo specifico modulo scaricabile e della relativa documentazione, per posta raccomandata.
La presentazione delle richieste sia on line che tramite posta è stata chiusa il 19 gennaio 2010. Il sistema RIDAB non consentirà più l'inserimento delle domande di adesione alle transazioni ma solo la visualizzazione di quando già inserito. Non saranno più accettate istanze per posta con data di invio successiva al 19 gennaio.

Sono giunte complessivamente oltre 6500 istanze di cui 5445 per via informatica . Dal giorno 20 gennaio 2010 ha inizio l'istruttoria delle domande presentate. In caso di necessarie integrazioni alle istanze presentate i legali saranno contattati direttamente dall'Ufficio.

E' attivo un servizio di supporto che risponde alle esigenze di informazioni su aspetti normativi, procedimentali e su singole pratiche.

Il servizio è raggiungibile tramite mail all'indirizzo transazioni.ridab@sanita.it

Per ulteriori informazioni è attivo il martedì e il giovedì il numero 06 5994 3135 dalle ore 10 alle ore 12.

 

Avvisi

4 novembre 2014 - L'articolo 27 bis del decreto legge 90/2014 convertito in legge 114 dell'11 agosto 2014, prevede un’ Equa riparazione per i soggetti danneggiati da trasfusione con sangue infetto o emoderivati infetti o vaccinazioni obbligatorie (o ai loro eredi, in caso decesso) che abbiano presentato domanda di  adesione alla procedura transattiva entro il 19 gennaio 2010.

9 agosto 2012 - L’operazione finalizzata alla stipula delle transazioni previste dalle leggi 222/07 e 244/07 è in via di conclusione. Infatti, a seguito della emanazione del DM 4 maggio 2012, l’Amministrazione sta procedendo all’esame delle singole istanze pervenute entro il termine del 19 gennaio 2010, ai fini dell’ammissione alla stipula degli atti transattivi o, in alternativa, del non accoglimento della domanda di adesione.

In caso di ammissione alla stipula, i legali di parte saranno convocati per iscritto per la firma dell’atto transattivo, con l’indicazione del luogo e del giorno in cui presentarsi e gli verrà inviato lo schema dell’atto, redatto ai sensi del citato decreto, per prenderne visione.

Per poter procedere alla stipula, i legali dovranno dotarsi di procure speciali rilasciate dai transigenti per sottoscrivere l’atto in proprio nome e conto.

In caso di non accoglimento della domanda di adesione alle transazioni, l’Amministrazione chiederà al legale di parte di controdedurre alle motivazioni rese note nella lettera di preavviso, entro un termine espressamente indicato. In caso di trasmissione di controdeduzioni, si provvederà ad esaminarle e a dare conto delle ragioni dell’Amministrazione nel provvedimento finale.

Per la corrispondenza inerente alla procedura transattiva, l’Amministrazione si avvarrà in via privilegiata della posta elettronica certificata, pertanto, i legali di parte sono invitati a comunicare o confermare l’indirizzo di posta elettronica certificata a: transazioni.ridab@sanita.it


13 luglio 2012
- Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 13-7-2012 il decreto ministeriale  4 maggio 2012 "Definizione dei moduli transattivi in applicazione dell'articolo 5 del decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze 28 aprile 2009, n. 132"

03 febbraio 2012 - E' riattivata la casella postale transazioni.ridab@sanita.it per coloro che intendessero utilizzare lo strumento della posta elettronica per interloquire con l'Amministrazione sullo stato della operazione transattiva. E' altresì sempre attivo il numero 06 59943135, ogni martedì dalle 11 alle 13.

06 dicembre 2011 - E' stata ripristinata, la linea telefonica dedicata che risponde alle esigenze di informazioni su aspetti normativi, procedimentali e su singole pratiche. La linea è attiva il martede dalle 11 alle 13 al numero 06 59943135.


Si avvisano gli utenti che dal 19/01/2010 l'accreditamento è chiuso

Per l'utilizzo del sistema RIDAB è necessario effettuare l'accreditamento che consiste in due distinti momenti: 

1) REGISTRAZIONE all'area riservata del Portale

  1. Cliccare sul link Registrazione Utente e inserire i dati anagrafici. Selezionare la voce "AVVOCATI" nel campo "Unità organizzativa di appartenenza".
  2. All'arrivo del primo messaggio e-mail: cliccare sul link indicato per confermare la registrazione
  3. Il secondo messaggio e-mail fornisce le credenziali di accesso (username, password, codice segreto).


2) RICHIESTA del profilo utente specifico per RIDAB

  1. Cliccare sul link Accesso al sistema RIDAB
  2. Inserire le credenziali presenti nel secondo messaggio e-mail
  3. Modificare la password - di lunghezza almeno pari a 8 caratteri;
    • deve contenere almeno una lettera minuscola;
    • deve contenere almeno una lettera maiuscola;
    • deve contenere almeno un numero;
    • deve contenere uno o più caratteri speciali, come ad esempio segni di interpunzione ( . : , ; ! ? ) o altro ( + * );
    • non deve avere attinenza diretta con dati anagrafici;
  4. Selezionare nell'ordine: Gestione Profilo utente, Gestione Profilo personale, Nuovo Profilo (Richiesta)
  5. Scegliere RIDAB dall'elenco dei sistemi disponibili
  6. Nella maschera selezionare il ruolo RIDAB-AVVOCATI
  7. Cliccare su INSERIMENTO RICHIESTA UTENTI.
  8. La comparsa del campo "Stato richiesta : APPROVATA" indica il buon esito della procedura.

 

Per l'utilizzo del sistema RIDAB occorre che la richiesta di profilo effettuata sia EVASA dal Ministero.

Per facilitare l'utilizzo del Sistema RIDAB sono a disposizione i seguenti manuali:


Per facilitare l'utilizzo del Sistema RIDAB sono a disposizione i seguenti manuali:



Per le problematiche di tipo tecnico sul sistema Risarcimento Danni - RIDAB è possibile contattare il Service Desk del Ministero della Salute attraverso i seguenti canali:

  • il call center telefonico, presidiato da operatori tutti i giorni lavorativi dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 18:00 ed il sabato dalle 8:00 alle 13:00 attraverso il numero verde 800178178
  • un indirizzo di posta elettronica, a cui inviare notifiche di malfunzionamenti o richieste, 24 ore su 24; 7 giorni su 7: servicedesk@almavivaitalia.it
  • un numero fax, a cui inviare notifiche di malfunzionamenti o richieste, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Il numero di fax è: 0643622612



Si avvisano gli utenti che dal 19/01/2010 la procedura a mezzo posta è chiusa

PROCEDURA A MEZZO POSTA

Le domande di adesione alla procedura transattiva devono essere inviate, tramite posta raccomandata A/R, indirizzata a: Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali Settore Salute, Direzione Generale della programmazione sanitaria, dei livelli essenziali di assistenza e dei principi etici di sistema, Ufficio VIII, Via Giorgio Ribotta, 5 - 00144 ROMA.
Sulla busta di invio deve essere riportati la dicitura “RIDAB” e il nominativo del legale che assiste il danneggiato.


Per ciascun danneggiato, il legale dovrà:

  1. Redigere una domanda di adesione in carta semplice sottoscrivendola;
  2. Compilare il frontespizio, scaricabile dal presente sito, con l’indicazione dell’oggetto, del nome e cognome del legale e del danneggiato;
  3. Utilizzare il modulo di domanda scaricabile dal presente sito, compilandolo in tutte le sue parti;
  4. Allegare la seguente documentazione, in copia:
    1. verbale della competente Commissione Medico Ospedaliera, oppure parere dell’Ufficio medico legale della Direzione Generale della Programmazione Sanitaria, dei livelli essenziali di assistenza e dei principi etici di sistema del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, oppure sentenza con cui è stato riconosciuto il danno ascrivibile alle categorie di cui alla Tabella A annessa al DPR 834/81;
    2. istanza pervenuta alla competente ASL per il riconoscimento dell’indennizzo di cui alla legge 210/92;
    3. atti comprovanti la pendenza del giudizio per il risarcimento del danno, copia delle eventuali sentenze emesse;
    4. indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) di cui al D.L. 31 marzo 1998, n. 109;
    5. lettera di manifestazione d’intenti, assistita da una certificazione del legale che la sottoscrizione è avvenuta in sua presenza.


CORRISPONDENZA SUCCESSIVA ALLA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI ADESIONE

Nella corrispondenza indirizzata a questo Ministero e successiva alla presentazione della domanda, il legale deve sempre riportare il seguente oggetto: "domanda di adesione alla transazione - RIDAB - nome cognome del legale - nome cognome del danneggiato".
Ove l’utente fosse a conoscenza del numero di protocollo, deve essere indicato anche detto ulteriore dato informativo.

Documentazione di riferimento:


E' attivo un servizio di supporto che risponde alle esigenze di informazioni su aspetti normativi, procedimentali e su singole pratiche. 

Il servizio è raggiungibile tramite mail all'indirizzo transazioni.ridab@sanita.it

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare la linea telefonica dedicata che sarà attiva dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13 al numero 06 59943135.



Avvisi

29 luglio 2011 - Ricorso ex dlgs  n. 198/2009 - Ai sensi dell’art. 1 comma 2 del dlgs. n. 198/2009, si dà notizia che è stato notificato al Ministero un ricorso presentato dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio dall’Associazione Talassemici e Drepanocitici Lombardi Onlus, dall’Associazione Giovanile Thalassemici della Provincia di Lecce, dall’Unione Salentina Thalassemici e dall’Associazione per la lotta alla Talassemia finalizzato all’adozione degli atti prodromici alla definizione delle transazioni previste dalla legge 222/07 e dalla legge 244/07. 

02 marzo 2011
- La bozza di decreto per la definizione dei moduli transattivi da corrispondere ai soggetti che hanno presentato domanda di transazione, come previsto dal D.M. 28 aprile 2009, n. 132, è stata sottoposta alla valutazione dell'Avvocatura generale dello Stato e l'apposita Commissione ministeriale è attualmente impegnata nella necessaria fase di confronto ai fini di acquisire il definitivo parere.
Si informa che per ogni ulteriore informazione è stata ripristinata la linea telefonica dedicata che sarà attiva dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13 al numero 06 59943135 a decorrere dal 7 marzo 2011.

28 luglio 2010
- Le riunioni programmate per il 29 luglio 2010 alle ore 15.00 - incontro con i legali che hanno presentato istanza per i soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie e alle ore 16.30 - incontro le Associazioni dei pazienti sono rinviate a martedì 3 agosto 2010 con i seguenti orari:
ore 10.30: incontro dedicato ai legali che hanno presentato istanza per i soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie
ore 12.00: incontro dedicato alle Associazioni dei pazienti.

Gli incontri si terranno presso la sede di questo Ministero di via Giorgio Ribotta 5, angolo Viale Oceano Pacifico, 00144 Roma EUR , sala "Auditorium".

20 luglio 2010
- Il D.M. 28 aprile 2009, n. 132, prevede all'art. 5, comma 1, che per la definizione dei moduli transattivi derivanti dall'applicazione dei criteri di cui all'articolo 3, secondo un piano pluriennale di rateizzazione degli importi da erogare, nei limiti delle autorizzazioni di spesa di cui alle leggi 29 novembre 2007, n. 222, e 24 dicembre 2007, n. 244, con priorità, a parità di gravità dell'infermità, per i soggetti in condizioni di disagio economico accertate mediante l'utilizzo dell'ISEE di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, e successive modificazioni, si provvede con decreto di natura non regolamentare del Ministro della salute di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, adottato sulla scorta di lavoro istruttorio della Commissione tecnica istituita con decreto del Ministro della salute 4 marzo 2008 e sentita l'Avvocatura generale dello Stato.

Per illustrare le proposte di moduli transattivi che saranno oggetto del suddetto decreto e per una consultazione con i legali che hanno avanzato istanza di adesione alla procedura transattiva sono previsti tre incontri da tenersi secondo il calendario di seguito riportato:

27 luglio 2010 – ore 10.30
28 luglio 2010 – ore 10.30
28 luglio 2010 – ore 15.00
29 luglio 2010 – ore 15.00, incontro dedicato ai legali che hanno presentato istanza per i soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie
29 luglio 2010 – ore 16.30, saranno convocate per un incontro le Associazioni dei pazienti.

Ciascun legale riceverà per posta elettronica la convocazione per una delle date sopra indicate; per motivi logistici, l'invito è da ritenersi strettamente personale.

Gli incontri si terranno presso la sede di questo Ministero di via Giorgio Ribotta 5, angolo Viale Oceano Pacifico, 00144 Roma EUR , sala "Auditorium".

5 maggio 2010
- Il giorno 5 maggio 2010 si è tenuta presso l’Auditorium del Ministero della Salute una riunione con le Associazioni dei danneggiati da trasfusione e somministrazione di emoderivati infetti e vaccinazioni obbligatorie, alla presenza del Ministro prof. Ferruccio Fazio, del Sottosegretario On. Francesca Martini, del Capo del Dipartimento della Qualità dott. Filippo Palumbo, con lo scopo di fornire un aggiornamento sullo stato dei lavori relativamente alla fase istruttoria propedeutica all’accesso alle transazioni previste dalla legge finanziaria per il 2008.
Terminata la fase di acquisizione delle domande di partecipazione all’operazione transattiva prevista dalla legge 24 dicembre 2007, n. 244, il Ministero sta provvedendo all’esame delle 7356 istanze, di cui 1715 pervenute per via postale e 5641 attraverso l’apposita piattaforma informatica. Per ciascuna istanza si provvede, in costante interazione con i legali, a verificare la correttezza delle informazioni, nonché la completezza della documentazione allegata.
Dall’esame delle istanze pervenute ed acquisite nella apposita piattaforma informatica, risulta che il 53% delle istanze riguardano contenziosi per i quali non è stata ancora pronunciata la sentenza; rispetto alla composizione della popolazione di riferimento il gruppo più numeroso è costituito dai soggetti trasfusi occasionali (43,1%), seguito dai soggetti talassemici (40,5%), emofilici (9%), danneggiati da emoderivati infetti (5,5%), soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie (1,3%), affetti da altre emoglobinopatie (0,2%) o affetti da anemie ereditarie (0,3%).
Stanno proseguendo i lavori della Commissione interministeriale per decidere circa i contenuti del decreto ministeriale che conterrà i “moduli”, ovvero le proposte economiche che l’Amministrazione intende avanzare per concludere gli accordi. Il decreto sarà approvato dopo l’espressione del parere dell’Avvocatura dello Stato, sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e reso disponibile anche tramite il sito internet www.salute.gov.it
In base al suddetto provvedimento, saranno predisposti i singoli atti transattivi per la loro sottoscrizione che verranno quindi inviate all’Avvocatura dello Stato che dovrà esprimere un parere sulla conclusione della singola transazione.
Vista l’estrema complessità di tutta l’operazione, si prevede che la stipula dei primi atti transattivi si potrà avere entro il mese di dicembre 2010.
Sulla bozza decreto recante i moduli transattivi è prevista una preliminare consultazione con i rappresentanti degli interessati.
Nel corso dell’incontro è stata sollevata dai rappresentanti delle associazioni la questione relativa alle posizioni dei danneggiati che si trovano a rischio, nel contenzioso in corso, di vedersi dichiarata prescritta l’azione di risarcimento ed al riguardo sia il Ministro, Prof. Ferruccio Fazio, che il Sottosegretario, On. Francesca Martini, hanno rassicurato le Associazioni circa l’attenzione che sarà posta su detta problematica.
A breve è prevista una nuova riunione per ulteriori aggiornamenti con le associazioni e d i legali. 

31 marzo 2010
- Conclusa l’acquisizione delle oltre 7.000 domande di partecipazione all’operazione transattiva prevista dalla legge 24 dicembre 2007, n. 244, il Ministero della Salute sta provvedendo alla loro istruttoria.
Di ogni pratica si sta verificando la correttezza delle informazioni fornite dai legali nonché la completezza della documentazione allegata.
Non sono da ritenersi ammissibili le domande presentate dopo il 19 gennaio 2010, termine previsto dalla circolare 20 ottobre 2009, n. 28; le domande che si riferiscono ad un giudizio che non risulti pendente alla data di entrata in vigore della legge 24 dicembre 2007, n. 244, 1° gennaio 2008, e alla data della presentazione della domanda; le domande che si riferiscono ad un giudizio diverso da quello per il risarcimento danni instaurato da soggetti danneggiati da trasfusione con sangue infetto o da somministrazione di emoderivati infetti o da vaccinazioni obbligatorie; le domande presentate dagli operatori sanitari che per servizio abbiano riportato danni  da contatto con sangue e derivati.
In tali casi verrà data comunicazione al legale del respingimento della domanda.
Nel frattempo proseguono i lavori della Commissione interministeriale che dovrà decidere circa i contenuti del decreto ministeriale che conterrà i “moduli”, ovvero le proposte economiche che l’Amministrazione intende avanzare per concludere gli accordi.
Sulla bozza di tale decreto è prevista una consultazione con i rappresentanti degli interessati.
Il decreto sarà approvato dopo l’espressione del parere dell’Avvocatura dello Stato, sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e reso disponibile anche tramite il sito internet www.salute.gov.it
In base a tale D.M. , saranno predisposti i singoli atti transattivi per la loro sottoscrizione.
Le pratiche relative ai singoli atti transattivi verranno quindi inviate all’Avvocatura dello Stato che dovrà esprimere un parere sulla conclusione della singola transazione.
Vista l’estrema complessità di tutta l’operazione, si prevede che la stipula dei primi atti transattivi si potrà avere a partire dal mese di dicembre 2010

20 gennaio 2010
- Il giorno 19 gennaio 2010 è terminata la fase ricognitiva nella quale i legali hanno potuto presentare, tramite procedura informatica o a mezzo posta, le domande di adesione alla procedura transattiva. Il sistema RIDAB non consentirà più l'inserimento delle domande di adesione alle transazioni ma solo la visualizzazione.
Dal giorno 20 gennaio 2010 ha inizio l'istruttoria delle domande presentate. In caso di necessarie integrazioni alle istanze presentate legali saranno contattati direttamente dall'Ufficio.
Per ogni ulteriore notizia relativa alla procedura transattiva in corso, resta attiva la casella di posta elettronica transazioni.ridab@sanita.it e il numero 0659943135 dal lunedì al venerdì con il seguente orario: dalle ore 10 alle ore 12.
Informazioni di interesse generale verranno rese note tramite la pagina dedicata. 

8 gennaio 2010
- Si comunica che, considerata la prossima scadenza dei termini (19 gennaio 2010) per la presentazione delle domande di adesione alla procedura transattiva, nonché il rilevante e persistente afflusso di istanze di accesso agli atti per acquisire la documentazione di cui al D.M. 132/2009, relativa alla posizione rispetto alla legge 210/1992 (domanda di indennizzo e verbale della CMO), si provvederà ad acquisire direttamente la medesima documentazione qualora risulti agli atti di questa Amministrazione.
Le domande e i verbali che si trovino agli atti delle ASL o delle Regioni, dovranno essere richieste direttamente a quegli Enti.
In entrambi i casi l’istanza di adesione alla procedura transattiva potrà comunque essere inviata entro il predetto termine tramite la procedura informatica o tramite invio postale, con le modalità di cui al citato decreto, indicando nell'apposito campo del modulo informatico o cartaceo la data di presentazione dell'istanza di accesso agli atti anziché quella relativa alla data di presentazione della domanda per la legge 210/92. Detta domanda di accesso agli atti andrà allegata alla domanda di adesione alla transazione.

6 novembre 2009
- A seguito dell'avvio della procedura di raccolta delle adesioni delle domande alla procedura transattiva, ai sensi del D.M 132/2009, sia attraverso il sistema RIDAB che a mezzo posta, si forniscono ulteriori notizie.

  1. Il frontespizio scaricabile dal presente sito da allegare alle domande trasmesse a mezzo posta va compilato IN STAMPATELLO;
  2. Il Mod. ISEE da allegare deve essere relativo ai redditi dell’anno 2008;

E' stato attivato, oltre la casella di posta elettronica transazioni.ridab@sanita.it, il numero di telefono 0659943135 dal lunedì al giovedì dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 17 e il venerdì dalle ore 10 alle 12 per rispondere alle richieste di informazioni su aspetti normativi, procedimentali e su singole pratiche.


Le informazioni qui pubblicate non sostituiscono in alcun modo i consigli, il parere, la visita, la prescrizione del medico.

Data di pubblicazione: 14 ottobre 2012, ultimo aggiornamento 7 novembre 2014