Versione stampabile   Versione stampabile

frontespizio programma convegno

Seminario "Autism spectrum disorder: Innovations in early detection, diagnosis and early intervention"
Roma, 5 dicembre 2016
Ministero della Salute, Auditorium Biagio D'Alba, Viale Giorgio Ribotta, 5

Il Seminario Autism Spectrum Disorder:  Innovations in Early Detection, Diagnosis and Early Intervention,organizzato dall’Istituto Superiore di Sanità e tenuto dal Prof. Tony Charman, Chair in Clinical Child Psychology presso il King's College London, rientra tra le attività formative previste, sia dal Network Italiano per il riconoscimento precoce dei disturbi dello spettro autistico (Progetto finanziato nel 2012 dal CCM e nel 2013 come Progetto di Rete dal Bando finalizzata della Direzione Generale della Ricerca Sanitaria) che dall’Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dei Disturbi dello Spettro Autistico (finanziato con i Fondi riassegnazioni 2015 dalla Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria).

Lo studio di quanto avviene nei primi mesi di vita di questi bambini è di grande interesse poiché vi è evidenza crescente che l'individuazione precoce del rischio di autismo e un tempestivo intervento, ancor prima che il disturbo si esprima nella sua pienezza, possano significativamente ridurre la sua interferenza sullo sviluppo e attenuarne il quadro clinico finale. L'identificazione di precisi indici di rischio consentirebbe quindi il monitoraggio dello sviluppo e l'inserimento del bambino in un programma di sorveglianza ed riabilitativo specifico capace di prevenire o limitare l’instaurarsi ed il consolidarsi delle anomalie socio-comunicative e comportamentali tipiche dei disturbi dello spettro autistico. 

Gli operatori sanitari, in particolare i pediatri di libera scelta, i neuropsichiatri infantili, i neonatologi e gli psicologi, rappresentano un presidio strategico per il riconoscimento, anche in fasi precoci della vita, di una atipicità nello sviluppo del bambino e possono dare un adeguato sostegno alla famiglia nel percorso, che eventualmente essa dovrà intraprendere.
Gli operatori devono essere messi in condizione di poter esercitare questo importante ruolo, attraverso una formazione specifica sugli strumenti per lo screening, la diagnosi, il percorso riabilitativo e il follow-up del bambino.

Il Seminario intende perseguire i seguenti obiettivi:

  • descrivere il contesto scientifico internazionale attuale segnalando le più rilevanti ricerche in corso nel campo del riconoscimento precoce e della diagnosi del disturbo dello spettro autistico
  • divulgare i risultati raggiunti dal Progetto EU-AIMS e dal network EUROSIBS (popolazione ad alto rischio-fratellini) agli operatori sanitari del SSN italiano
  • favorire il dibattito e il confronto fra un esperto internazionale nel campo dei disturbi dello spettro autistico e gli operatori sanitari del SSN e i ricercatori italiani coinvolti nei diversi progetti nazionali e internazionali sulle tematiche emergenti relative al riconoscimento precoce, la diagnosi e l’intervento.


Iscrizioni

Per partecipare all'evento inviare una email all'indirizzo c.censi@ideacpa.com

 



Data evento: 5 dicembre 2016, fine evento: 5 dicembre 2016

Documentazione

Programma