I Carabinieri del NAS di Cagliari, nell’ambito dei controlli disposti su scala nazionale, finalizzati alla tutela della salute dei soggetti non fumatori e fumatori, hanno segnalato alla competente Autorità amministrativa il giovane titolare di una tabaccheria della provincia, per detenzione di un distributore automatico di sigarette irregolare. I militari, nel corso del controllo, hanno accertato che il distributore dispensava sigarette anche con l’utilizzo di un documento personale, quale tessera sanitaria o codice fiscale, appartenente a minorenni o addirittura semplicemente introducendo nella macchina l’importo necessario all’acquisto. Il distributore è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

I Carabinieri del NAS rammentano che la legge vieta ai minori di anni 18 l’acquisto in qualunque forma, diretta presso la tabaccheria o tramite distributori automatici, di prodotti da tabacco il cui consumo è gravemente nocivo per la salute.

I rivenditori sono tenuti a chiedere un documento di identità agli acquirenti se la loro maggiore età non è manifesta. Le sanzioni per chi viola le norme vanno da 250 a 1.000 euro e da 500 a 2.000 euro in caso di recidiva, fino alla sospensione per tre mesi della licenza.

I distributori automatici devono essere dotati di un sistema automatico di rilevamento dell’età.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 14 maggio 2018, ultimo aggiornamento 14 maggio 2018