Conferenza stampa ministro Lorenzin sulle attività dei NAS

"Estate tranquilla è stata una buona operazione ma visto che l'estate sta finendo stiamo per lanciare l'operazione Autunno tranquillo".

Lo ha affermato il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in occasione della conferenza stampa sulla presentazione dei risultati "Estate tranquilla 2015" che si è svolta stampa presso la sede dei Carabinieri dei Nas a Roma insieme al Comandante Generale di Brigata Claudio Vincelli e alla presenza del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri Generale di Corpo d'armata Tullio Del Sette.

Con i Nas – ha detto il Ministro – abbiamo concertato una serie di operazioni strutturali di controllo e monitoraggio, sia per quel che riguarda il settore agroalimentare ma anche per quanto riguarda la task force per le residenze per anziani e disabili e le operazioni a favore dei giovani, cioè per il rispetto della normativa sul divieto di somministrazione di alcolici ai ragazzi sotto i diciotto anni. Quando vai a cercare qualcosa, inevitabilmente trovi ma fortunatamente si trova sempre meno rispetto alla mole di controlli effettuati e questo è un ottimo risultato". Quanto agli anziani "quello che abbiamo trovato – ha commentato Lorenzin - è qualcosa che è fuori dalla concezione umana del trattamento del paziente o della persona anziana. Per questo vogliamo far sapere a tutti che i nostri controlli saranno a tappeto, continui e costanti". 

L' operazione “Estate tranquilla” è stata condotta da giungo a settembre dai Carabinieri dei Nas, ecco i risultati in sintesi: 5.354 ispezioni, 1.226 persone segnalate e 6.230 tonnellate di alimenti sequestrati. Per un valore complessivo dei sequestri pari a 34,7 mln di euro. I militari dell' Arma coinvolti  sono stati circa 500. Il servizio di controllo ha preso in esame 848  stabilimenti balneari, 677 agriturismi, villaggi turistici e campeggi, 889 case di cura e strutture assistenziali per anziani.

Ma nel corso dell' operazione sono stati effettuati anche 389 controlli agli esercizi commerciali di aggregazione giovanili  (locali notturni, discoteche e discopub) per contrastare il fenomeno del binge drinking, tra cui quelli della movida romana, salentina, della Versilia e della Romagna, accertando 92 irregolarità e segnalando 97 persone alle Autorità giudiziaria ed amministrativa. Cinque strutture sono state chiuse.

Consulta i dati presentati in conferenza stampa


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 15 settembre 2015, ultimo aggiornamento 15 settembre 2015