Controlli NAS

Il  NAS di Viterbo, a conclusione di articolata attività d’indagine, ha scoperto due fratelli pensionati, un 59enne e un 66enne della provincia di Rieti,  che da oltre 12 anni simulavano uno stato di cecità assoluta che gli permetteva di ottenere dall’I.N.P.S. un’indennità di accompagnamento di circa 870 euro mensili a testa, che andavano ad aggiungersi alla pensione di anzianità.

Gli accertamenti dei militari hanno permesso di riprendere i fratelli mentre provvedevano autonomamente alle proprie attività quotidiane, passeggiando da soli, con fare spedito, per le vie del paese, osservando cose e persone e, in un’occasione, trasportando una carriola piena di legna.

Dal 2002 i due fratelli hanno truffato il servizio sanitario nazionale e l’I.N.P.S. per oltre 100 mila euro che i Carabinieri sono riusciti a recuperare completamente, eseguendo, qualche giorno fa, un decreto di sequestro preventivo per equivalente - emesso dal Tribunale di Rieti -  su conti correnti, titoli ed obbligazioni intestati agli anziani truffatori fino all’ammontare delle somme indebitamente percepite e rientrate così nelle casse dello Stato.

I due falsi ciechi sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

Viterbo, 18 dicembre 2014               


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 18 dicembre 2014, ultimo aggiornamento 26 maggio 2017