Controlli

Dalle prime ore della mattina, il NAS di Genova sta eseguendo 3 misure cautelari agli arresti domiciliari nei confronti di 3 persone per commercio di sostanze anabolizzanti all’interno di una nota palestra del centro di La Spezia, frequentata da body builders.

L’esecuzione dei provvedimenti restrittivi disposti dalla Procura della Repubblica di La Spezia giunge a conclusione in un’attività investigativa articolata in due fasi.

La prima ha tratto origine dalle segnalazioni di madri preoccupate per la salute dei propri figli frequentatori della palestra e ha permesso di smantellare un sodalizio criminale dedito al traffico di farmaci anabolizzanti che agiva principalmente nelle Province di La Spezia e di Massa Carrara.

I farmaci, prodotti nell’Europa dell’Est, venivano acquistati illegalmente su internet per poi essere ceduti e somministrati sia a giovani spezzini che a noti body-builders vincitori di competizioni nazionali ed internazionali.

La prima fase si è conclusa con 35 perquisizioni domiciliari eseguite all’interno della palestra e presso il domicilio di 8 indagati e di atleti e con il sequestro di circa un migliaio di fiale contenenti sostanze anabolizzanti e ormoni per la crescita nonché miglia di compresse ad azione dopante.

A quindici giorni dalla conclusione della prima fase investigativa, gli elementi probatori raccolti e analizzati dai miliari hanno portato l’A.G. a disporre gli arresti domiciliari per tre persone tra cui un noto culturista che ha partecipato a gare internazionali conquistando il titolo di Mister universo ed a sequestrare la palestra ove avveniva il traffico delle sostanze dopanti.

Genova, 14 giugno 2014


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 17 giugno 2014, ultimo aggiornamento 17 giugno 2014