Nell’ambito dei controlli eseguiti nel settore della sicurezza alimentare, i Carabinieri del Nas di Catania hanno individuato, in un centro abitato della provincia, un deposito all’ingrosso di alimenti abusivo nascosto nel piano interrato di un’abitazione in costruzione.

Nel corso dell’ispezione, i militari del Nucleo, coadiuvati dalla locale Stazione Carabinieri e dagli ispettori  del servizio d’igiene pubblica della locale Agenzia di Sanità Pubblica, hanno sequestrato circa una tonnellata tra salumi, formaggi e pasta fresca detenuti in cattivo stato di conservazione e a temperatura ambiente.

Inoltre sono state accertate carenze igienico sanitarie e strutturali dei locali: cemento armato grezzo, assenza di allaccio idrico e di protezione da animali. Il deposito è stato chiuso.

Nel corso degli accertamenti, i Carabinieri del Nas, insieme ai tecnici dell’Enel, hanno riscontrato che i due coniugi, titolari della piattaforma distributiva, mediante un rudimentale sistema di allacci e derivazioni abusive, alimentavano fraudolentemente le utenze della propria abitazione, di un  esercizio commerciale e del deposito abusivo.

Nella circostanza, i militari del Nucleo – su disposizione della Procura della Repubblica di Catania – hanno posto i due agli arresti domiciliari. L’arresto è stato convalidato e la coppia è stata rimessa in libertà in attesa di processo.

Dai primi riscontri, si presume che il valore commerciale dell'energia elettrica sottratta sia di alcune decine di migliaia di euro.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 1 dicembre 2013, ultimo aggiornamento 5 dicembre 2013