Pigmenti per tatuaggi irregolari sequestrati dai Carabinieri dei NAS

Nell’ambito delle verifiche sull’utilizzo dei prodotti irregolari di provenienza extracomunitaria, i Carabinieri del NAS di Livorno hanno ispezionato un esercizio commerciale, gestito da cittadini cinesi, dove nel retrobottega adibito abusivamente a laboratorio ed igienicamente non idoneo (presenza di imballaggi e materiale di varia natura), un dipendente eseguiva tatuaggi utilizzando pigmenti pericolosi per la salute dei consumatori nonché privi delle indicazioni in lingua italiana, delle informazioni sul corretto utilizzo e delle certificazioni attestanti la non nocività e la sterilità del prodotto.

Inoltre, i militari hanno accertato che entrambi i cittadini cinesi erano privi dei titoli e dei requisiti richiesti dalla normativa regionale per lo svolgimento dell’attività.

Al termine dell’ispezione i Carabinieri del NAS toscano hanno sequestrato 75 confezioni di pigmenti nonché circa 1200 tra aghi, lubrificanti, disinfettanti ed attrezzature varie, denunciato i 2 cittadini extracomunitari per aver detenuto materiale pericoloso per la salute pubblica ed elevato sanzioni amministrative. L’Azienda USL 6 di Livorno, intervenuta su richiesta dei militari, ha disposto l’immediata sospensione dell’attività svolta.

Consigli utili

L’utilizzo di pigmenti irregolari (non sterili o contenenti sostanze illecite) e la mancata adozione di cautele igieniche (mancato impiego di guanti monouso, utilizzo di locali ed attrezzature non sanificati, etc.) possono provocare seri danni alla salute (dermatiti, reazione allergiche, infezioni cutanee, granulomi, etc.) i quali potrebbero manifestarsi anche dopo diverso tempo. E’ quindi consigliabile rivolgersi a centri abilitati, leggere l’etichettatura dei prodotti che deve essere riportata in italiano, constatare la pulizia degli ambienti e la sterilizzazione degli strumenti.

Eventuali anomalie possono essere segnalate ai Carabinieri dei NAS o delle Stazioni.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 17 maggio 2013, ultimo aggiornamento 17 maggio 2013