foto di due carabinieri che controllano farmaci

I Carabinieri del NAS di Brescia hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria il titolare di una farmacia della provincia per truffa ai danni del Servizio Sanitario Nazionale. I militari nel corso degli accertamenti hanno scoperto che l’uomo chiedeva all’Autorità sanitaria locale il rimborso del costo di farmaci e dispositivi medici pur non avendoli mai consegnati ai pazienti cui erano stati prescritti. Nella circostanza, pertanto, sono stati sequestrati oltre 80 confezioni di medicinali e dispositivi medici per un valore di circa € 1.500 e contestate al farmacista violazioni amministrative per circa € 8.000 di sanzioni.

I Carabinieri del NAS di Salerno, in collaborazione con i medici dipendenti della locale ASL, hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un centro di riabilitazione privato della provincia, accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale. I militari, avendo verificato la mancanza presso la struttura della figura del direttore tecnico, indispensabile e obbligatoria in base alla vigente normativa, insieme al personale ASL, hanno provveduto a sospendere l’accreditamento in modo da interrompere l’erogazione delle prestazioni sanitarie a carico del servizio sanitario pubblico. 


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 20 giugno 2018, ultimo aggiornamento 20 giugno 2018