"E'  fatto  obbligo  alle  Autorità sanitarie  territorialmente competenti di applicare la misura della quarantena  con  sorveglianza attiva, per giorni quattordici, agli  individui che abbiano avuto contatti stretti con casi confermati di malattia infettiva  diffusiva COVID-19".

Lo stabilisce l'Ordinanza del ministro della Salute, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 22 febbraio e immediatamente in vigore.

Nell'Ordinanza inoltre "è fatto  obbligo a tutti gli individui che, negli ultimi quattordici giorni, abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina  interessate  dall'epidemia, come identificate  dall'Organizzazione mondiale della sanità, di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria territorialmente competente. Acquisita la comunicazione  di  cui  al  comma  2,  l'Autorità sanitaria territorialmente competente provvederà all'adozione  della misura della  permanenza  domiciliare  fiduciaria  con  sorveglianza attiva ovvero,  in  presenza  di  condizione  ostative, di misure alternative di efficacia equivalente".

Consulta l'Ordinanza del Ministro della Salute del 21 febbraio 2020

Consulta le notizie di Nuovo coronavirus

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Nuovo coronavirus

  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 22 febbraio 2020, ultimo aggiornamento 22 febbraio 2020

Documentazione

Opuscoli e Poster