immagine di una vaccinazione

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la determina AIFA 11 settembre 2019 che autorizza l’aggiornamento, per la stagione 2019-2020, della composizione dei vaccini influenzali e vieta la vendita della formulazione 2018-2019.

La composizione di tutti i vaccini influenzali per la stagione 2019-2020 segue le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e del Comitato per i Medicinali per Uso umano (CHMP) dell’EMA.

L’Accordo Stato-Regioni 1° agosto 2019 sul documento Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2019-2020, mette in evidenza che, per la nostra situazione climatica e per l’andamento temporale mostrato dalle epidemie influenzali in Italia, il periodo destinato alla conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale è quello autunnale, a partire dalla metà di ottobre fino a fine dicembre.
In generale, è opportuno offrire la vaccinazione ai pazienti eleggibili in qualsiasi momento della stagione influenzale, anche se si presentano in ritardo per la vaccinazione.

Questo può essere particolarmente importante se si tratta di una stagione influenzale tardiva o quando si presentano pazienti a rischio.
La decisione di vaccinare dovrebbe tenere conto del livello di incidenza della sindrome simil-influenzale nella comunità, tenendo presente che la risposta immunitaria alla vaccinazione impiega circa due settimane per svilupparsi pienamente e perdura per un periodo di sei-otto mesi per poi decrescere.

La determina AIFA, inoltre, invita a segnalare le sospette reazioni avverse che si verificassero dopo la somministrazione di un vaccino, in quanto le segnalazioni contribuiscono al monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio dei vaccini come di ogni altro medicinale.

Per approfondire:

Consulta le notizie di Influenza

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Influenza

Data di pubblicazione: 2 ottobre 2019, ultimo aggiornamento 2 ottobre 2019