Ministra Grillo con Comandante della Legione Carabinieri Campania

La Ministra della Salute Giulia Grillo ha visitato il 10 luglio l’Ospedale del Mare di Napoli nell’ambito di una visita alle strutture sanitarie della Campania. Al termine, ha rilasciato la seguente dichiarazione sulla vicenda del reparto ​chiuso per permettere al personale di partecipare a un party organizzato dal nuovo primario:

"Quello che è successo all’Ospedale del Mare di Napoli è intollerabile e inaccettabile. Per questo ho voluto essere qui oggi, per verificare di persona. E’ stato un episodio gravissimo e senza precedenti. Non solo perché c'è stata interruzione di pubblico servizio - sanitario, poi - ma anche perché manda un pessimo messaggio a tutti i cittadini. E getta ombre sulla serietà e il rigore con cui la grande parte del personale del Ssn affronta un lavoro importante e gravoso per la salute di tutti.
Quanto è avvenuto non può restare impunito. Ho già inviato i Carabinieri dei NAS e attivato una ispezione del Ministero che entro 48 ore mi farà avere una relazione dettagliata. Ci comporteremo di conseguenza, col polso fermo. So che anche l’Ordine dei medici di Napoli ha avviato una procedura di procedimento disciplinare. Le azioni da fare - ha aggiunto la Ministra - le faremo tutte, senza indugio. Questi episodi contribuiscono ad affossare la credibilità di una istituzione importante come il Servizio sanitario pubblico. Un nostro vanto che produce tantissime eccellenze che noi, tutti noi, dobbiamo preservare e valorizzare. Sarà mia cura rilanciare le tante cose buone del SSN, non solo i cattivi episodi. Ma oggi era importante qui la presenza del Ministero. Perché lo Stato c'è, ed è vicino ai cittadini".

Prima di recarsi all'Ospedale del Mare, la Ministra ha fatto visita all'Ospedale Monaldi, dove ha incontrato le mamme dei bambini trapiantati, e al Cardarelli. Ha chiuso la giornata a Napoli, a cena in una Residenza Sanitaria Assistita. L’11 luglio si recherà a Scafati e a Castellammare di Stabia. La Ministra ha ringraziato sui social tutto il personale ospedaliero che ogni giorno lavora duramente per assistere i malati e i più bisognosi; ha ringraziato inoltre l'Arma dei Carabinieri, il Comandante della Legione Carabinieri Campania e i NAS per averla accompagnata in questo viaggio e per l'ospitalità.

Leggi i comunicati:

 

Data di pubblicazione: 11 luglio 2018, ultimo aggiornamento 11 luglio 2018

Documentazione