Una delegazione del Ministero della salute, composta dal Direttore Generale della DG Igiene e Sicurezza degli alimenti (DGISAN)e da una Dirigente della Direzione Generale della Sanità animale e dei farmaci veterinari (DGSAF) si è recata in missione in Cina dal 13 al 16 settembre.

La missione ha avuto come prima tappa Chengdu dove la delegazione è stata accompagnata dal Console a Chongqing Sergio Maffettone. Qui, nel corso di un incontro con il Governatore della Provincia, che conta oltre 90 milioni di abitanti, sono state tracciate dall’Ambasciatore Ettore Sequi le possibilità di ampliamento delle relazioni e le opportunità di sviluppo nell’area, anche in campo sanitario, ed è stato firmato dal Direttore Generale Ruocco un accordo con la Chinese Food and Drug Administration (CFDA) per l’intensificazione degli scambi tecnico-scientifici nel campo della sicurezza alimentare e della sanità veterinaria.

Successivamente ha preso avvio la 5° edizione del Dialogo Italo-Cinese sulla sicurezza alimentare, quest’anno dedicata ai controlli ufficiali, che ha visto la partecipazione di circa 120 tecnici di CFDA e di operatori del settore italiani e cinesi.

Gli interventi del Direttore Generale Ruocco, della Dirigente veterinaria dott.ssa Candela  e del direttore dell’Ufficio ICE di Pechino dott. Scarpa, hanno illustrato la struttura, il funzionamento, le peculiari caratteristiche del sistema di sicurezza alimentare italiano e la regolamentazione dei farmaci veterinari, suscitando un ampio interesse che si è manifestato nella discussione che ha avuto luogo dopo le presentazioni degli esperti cinesi di CFDA e della rappresentante italiana della Fondazione Italia-Cina.

All’evento era presente una folta delegazione della stampa locale, che ha poi incontrato l’Ambasciatore e il Direttore Generale.

Nella giornata seguente, a Pechino, il Direttore Generale DGISAN ha incontrato i dirigenti della Certification and Accreditation Administration of the People's Republic of China (CNCA) e della General Administration of Quality Supervision, Inspection and Quarantine of the People's Republic of China, con i quali sono stati presi accordi per lo svolgimento delle attese visite in Italia (la prima fissata nei giorni 22-31 ottobre prossimi, per la verifica delle condizioni necessarie all’esportazione di carne suina fresca) e per l’aggiornamento e integrazione di liste di stabilimenti autorizzati all’export. E’ stato anche siglato un accordo con AQSIQ per l’esportazione in Cina di prodotti fertilizzanti di derivazione animale.

Data di pubblicazione: 18 settembre 2017, ultimo aggiornamento 18 settembre 2017