immagine di una bambina che guarda un biscotto

Si terrà il 14 ottobre presso l’Istituto superiore di sanità, il convegno Disturbi del Comportamento Alimentare: percorsi imperfetti. Affrontare un’epidemia sociale’ per garantire equità di accesso a cure efficaci e appropriate per malati e famiglie.

Il convegno intende dare continuità a una serie di iniziative consolidate nel corso degli anni da uno specifico impegno sul tema e, di alcune, presentarne lo stato dell’arte.

Rappresenta, inoltre, l’occasione per creare un momento di confronto costruttivo fra istituzioni come l’Istituto superiore di sanità, il Ministero della salute, le Regioni, le società scientifiche, i professionisti del settore e le associazioni, finalizzato alla ricerca di strategie e strumenti condivisi al fine di garantire equità di accesso a cure efficaci e appropriate per le persone con disturbi del comportamento alimentare (DCA) e loro famiglie su tutto il territorio nazionale.

Tra le iniziative che il Ministero della salute ha consolidato per promuovere sistematizzazione delle conoscenze, approfondimenti sulla diffusione di questi disturbi, sulle loro caratteristiche, sugli aspetti preventivi, sulla razionalizzazione dei percorsi diagnostici, clinici e assistenziali, va sottolineata la scelta di inscrivere la problematica nel più ampio programma “Guadagnare salute - rendere facili le scelte salutari”, ormai attivo da più di dieci anni.

Aattraverso il sostegno alla Conferenza di Consenso sui DCA del 2012 era stata evidenziata una forte disomogeneità dei comportamenti sul piano clinico e organizzativo-gestionale per i DCA, la carenza di conoscenze sull’esito dei trattamenti, l’insoddisfazione degli utenti dei servizi, la mancanza di linee-guida aggiornate e condivise a livello nazionale, la diminuzione del numero delle strutture, ed era stato quindi anche redatto uno specifico “Quaderno della salute” sulla tematica.

Nell’ambito del progetto “Le buone pratiche di cura nei disturbi del comportamento alimentare” finanziato dal Ccm del Ministero della salute, è stata, inoltre, realizzata una mappa dei servizi e delle associazioni dedicati al trattamento dei DCA, con la duplice finalità di informare il cittadino sulle possibilità di trattamento offerte al livello nazionale e di fornire alle Istituzioni indicazioni sulle necessità di potenziamento dell’offerta terapeutica. Le informazioni contenute nella mappa ragionata e dinamica risultano utili alla promozione di ulteriori azioni finalizzate all’adeguamento e omogeneizzazione della risposta ai problemi di salute preventivi, diagnostici, terapeutici, assistenziali e riabilitativi, in termini di numero e tipologia di servizi, di prestazioni erogate, di risorse impiegate e di presenza di percorsi coordinati e completi in ciascuna Regione.

Proprio perché la mappa è stata ideata come uno strumento di informazione dinamica, suscettibile di essere costantemente aggiornato per dare conto della evoluzione nel numero e nelle caratteristiche della offerta di servizi, un Gruppo di lavoro istituito con funzione di monitoraggio e coordinamento della suddetta mappa, e costituito dal Ministero della salute, la USL Umbria 1 e la Consulta di associazioni dedicate ai DCA, ha accertato la conformità dei dati tra l’offerta assistenziale dichiarata e quella realmente erogata, per garantire un quadro chiaro e aggiornato a livello regionale e nazionale, e agevolare il corretto invio degli utenti ai servizi.

Il convegno rappresenta una occasione preziosa per la presentazione dei risultati di tale lavoro.

Allo stesso tempo, proprio in virtù dei nodi problematici che l’indagine ha messo in evidenza, esso rappresenta anche il punto di partenza e lo stimolo per ulteriori momenti di confronto ed arricchimento, sempre nella logica e nell’ottica di potenziare tutti i percorsi di risposta efficace ai cittadini portatori di bisogni complessi e di domanda di assistenza qualificata.

Per approfondire consulrta:

Consulta le notizie di Salute mentale

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Salute mentale

Data di pubblicazione: 11 ottobre 2016, ultimo aggiornamento 19 dicembre 2016