illustrazione del corpo umano con il fegato in evidenza

Allo scopo di aumentare l’accesso alle terapie antiepatite C, l’Agenzia Italiana del Farmaco ha comunicato che l'uso terapeutico della combinazione interferon free ABT-450/r-ombitasvir e dasabuvir di AbbVie sarà inizialmente previsto per individui con infezione da HCV sostenuta da genotipo 1 intolleranti o non eleggibili ad una terapia con interferone che rientrino in una delle categorie individuate dall'Agenzia.

Al fine di accelerare l'accesso alla terapia, sono stati individuati 37 centri clinici, omogeneamente distribuiti sul territorio nazionale, presso cui il programma potrà essere attivato e i cui comitati etici hanno già approvato l’utilizzo compassionevole su base nominale di questa combinazione terapeutica oppure nel contesto di sperimentazioni cliniche, già effettuate o in corso.

Per approfondire consulta:

Data di pubblicazione: 30 ottobre 2014, ultimo aggiornamento 30 ottobre 2014

Documentazione

Opuscoli e Poster