Immagine di una zanzara

In Italia ed in Europa, si è assistito nell’ultimo decennio, all’aumento della segnalazione di casi importati ed autoctoni di alcune arbovirosi, malattie virali trasmesse  da vettori (in genere zanzare) molto diffuse nel mondo, tra cui la Dengue, la febbre Chikungunya e la malattia da virus West Nile.

La Febbre Chikungunya e la Dengue sono malattie acute virali trasmesse da vettori, in genere zanzare del genere Aedes; in corso di epidemie, l'unico ospite del virus è l'uomo. La West Nile Disease (WND) è una malattia trasmessa dalla puntura di zanzare appartenenti soprattutto al genere Culex. Il ciclo naturale del virus prevede il passaggio dell'agente patogeno dal
vettore ad un elevato numero di specie di uccelli selvatici. Il virus può infettare diverse specie di vertebrati (mammiferi, uccelli, rettili) e tra i mammiferi l'uomo ed il cavallo possono manifestare una sintomatologia clinica.

In Europa, dopo l'epidemia di Chikungunya verificatasi in Emilia-Romagna nel 2007 (con 217 casi confermati prevalentemente nelle aree di Ravenna e Cesena) sono stati segnalati due focolai autoctoni di Dengue in Francia e Croazia nel 2010. Ad ottobre 2012, il Portogallo ha reso noto alle autorità sanitarie internazionali il verificarsi di un'epidemia di Dengue nell'isola di Madera, iniziata alla fine di settembre 2012, con 1.357 casi autoctoni fino a novembre 2012, di cui 669 confermati 2 dal laboratorio

Al fine di rafforzare la sorveglianza di tali patologie il Ministero della salute ha predisposto la circolare 14 giugno 2013 per identificare precocemente i casi di malattia e intraprendere una serie di misure atte alla riduzione del rischio di trasmissione, soprattutto nel periodo di presenza del vettore sul territorio nazionale italiano.

Data di pubblicazione: 18 giugno 2013, ultimo aggiornamento 18 giugno 2013

Documentazione

Opuscoli e Poster