Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, a livello globale almeno un miliardo di persone ha problemi di vista da vicino o da lontano che potrebbero essere prevenuti o che devono ancora essere diagnosticati e curati. La disabilità visiva colpisce persone di tutte le età e può avere effetti importanti e di lunga durata su tutti gli aspetti della vita, comprese le attività personali quotidiane, l'interazione con la comunità, la scuola e le opportunità di lavoro e la possibilità di accedere ai servizi pubblici.

Allo scopo di richiamare l'attenzione sul tema, il secondo giovedì di ottobre di ogni anno si celebra la Giornata mondiale della vista, promossa dall’OMS e dall’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB). Ogni anno viene inoltre scelto un argomento specifico per sensibilizzare istituzioni e cittadinanza sulla prevenzione oculare sull’importanza della prevenzione, e vengono pianificate numerose iniziative anche a livello italiano, coordinate dalla sezione italiana della IAPB.

Nel nostro Paese, le malattie che mettono a rischio la vista riguardano oltre tre milioni di persone e ancora di più sono i soggetti a rischio. In particolare, come negli altri paesi sviluppati, in Italia l’incidenza di glaucoma, retinopatia diabetica e maculopatia aumenta parallelamente all’aumento dell’età media e alle diagnosi di malattie croniche. Ogni cittadino dovrebbe conoscere i principali rischi a cui è esposta la sua vista e, allo stesso tempo, le opportune misure di prevenzione di cui può disporre: la Giornata Mondiale della vista è dunque l’occasione per promuovere iniziative di prevenzione e fare il punto sulle attività e sulle novità in campo oftalmologico.

In tutto il territorio nazionale, si organizzano incontri divulgativi, campagne di comunicazione, tavole rotonde tra esperti e, grazie anche all’impegno delle strutture territoriali dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, punti di informazione con distribuzione di opuscoli per facilitare l’accesso della popolazione a una corretta cultura scientifica.

Nel 2021, tra i diversi temi, si è approfondito lo sviluppo dell’uso della tele-oftalmologia nei programmi di salute pubblica per la tutela della vista, sia nella prospettiva della prevenzione, sia della riabilitazione visiva, ed è stato dato inoltre risalto alla campagna “Vista in Salute”, che prevede, grazie al contributo straordinario triennale previsto dalla legge di stabilità 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n.145), controlli gratuiti alla popolazione sopra i quarant’anni all’interno di un tir equipaggiato con ambulatori oculistici mobili che raggiunge le piazze delle principali città italiane.

La Giornata mondiale della Vista è un’occasione in più per pensare alla nostra salute: basta poco per mettersi al riparo dai rischi che corre la nostra vista se conosciamo i comportamenti consigliati per aver cura dei nostri occhi.

Per ulteriori informazioni, visita il sito Giornata mondiale della vista 14 ottobre 2021


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 23 febbraio 2011, ultimo aggiornamento 21 dicembre 2021

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area