Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Ricerca sanitaria

L’avanzare delle conoscenze sulle diverse malattie è elemento essenziale per assicurare le migliori opportunità terapeutiche per il cittadino.
La ricerca sanitaria quindi è un elemento fondamentale per un Servizio Sanitario Nazionale di qualità, che sappia utilizzare al meglio le risorse economiche a disposizione.

In tale contesto il Ministero della Salute è impegnato a stimolare e supportare la ricerca nelle strutture del Servizio Sanitario Nazionale (Aziende Sanitarie e Ospedaliere, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, Istituti zooprofilattici sperimentali, INAIL, AGENAS e Istituto Superiore di Sanità) attraverso:

  1. la Ricerca degli IRCCS, che ricevono contributi su base competitiva legati alla produzione scientifica ed alla qualità delle cure prestate
  2. la Ricerca degli Istituti zooprofilatici sperimentali
  3. la Ricerca dell’ISS e dell’AGENAS
  4. il Bando per la Ricerca Finalizzata rivolto a tutte le Strutture del Servizio Sanitario Nazionale per il finanziamento dei migliori progetti di ricerca proposti dal personale operante nelle strutture del SSN
  5. contributi agli IRCCS e all’ISS per l’aggiornamento del parco tecnologico a disposizione dei ricercatori (attezzature e strumenti per la ricerca sanitaria).

Gli indirizzi strategici, contenuti nel Piano nazionale della ricerca sanitaria, sono proposti al Ministro dal Comitato Tecnico Sanitario, in coerenza con il Piano Nazionale della Ricerca predisposto dal Ministero dell’istruzione, università e ricerca.

Con il PNRS 2020-2022 è stato messo in evidenza tutto quello che ha comportato la pandemia da Covid-19, facendo riflettere sulla salute come bene non solo individuale ma appartenente a tutta la comunità, forzando ad essere consapevoli delle conseguenze che il comportamento di ciascuno ha sulla salute degli altri. La pandemia da Covid-19 ha posto in risalto l’importanza delle interconnessioni – tra persone, discipline e anche figure professionali – e ha evidenziato il valore aggiunto che esse comportano.

Da ciò è scaturita la necessità di riprogrammare gli interventi per rispondere anche al mandato derivante dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) che prevede un grande spazio per la salute inclusa la ricerca. In particolare per quel che riguarda la missione 6 del PNRR e le linee generali del PNRS, relativamente alle specifiche materie in ambito di ricerca sanitaria - è  stato messo in risalto, seppur con declinazione differente degli argomenti trattati, la correlazione esistente tra i due documenti, che saranno gestiti ed integrati nel tempo.

Consulta:


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 30 aprile 2008, ultimo aggiornamento 21 dicembre 2021

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area