visita pediatrica

A partire dal 5 aprile 2022, data in cui sono stati segnalati i primi casi nel Regno Unito (UK) di epatite acuta ad eziologia non nota in  bambini con età inferiore ai 10 anni precedentemente sani, le segnalazioni hanno coinvolto diversi Paesi del mondo. Al momento non è ancora chiaro se tutti i casi identificati in seguito all'allerta rappresentino un vero e proprio aumento rispetto al tasso di base di epatite ad eziologia sconosciuta nei bambini.

Per i casi in Europa, è stata stabilita una raccolta congiunta OMS-ECDC delle segnalazioni, attraverso il Sistema di sorveglianza europeo (TESSy).

La definizione di caso in corso prevede i seguenti criteri:

  • Caso Probabile”: soggetto di età ≤ 16 anni, che presenta un'epatite acuta (con test negativo ai virus dell’epatite A, B, C, D, E) e con aspartato aminotransferasi (AST) o alanina aminotransferasi (ALT) superiore a 500 U/L, dal 1° ottobre 2021;
  • Caso correlato epidemiologicamente”: soggetto di qualsiasi età che presenta un'epatite acuta (con test negativo ai virus dell’epatite A, B, C, D, E) contatto stretto di un caso probabile, dal 1°ottobre 2021.

L’Italia aggiorna costantemente il TESSy inviando tutte le segnalazioni rispondenti ai suddetti criteri. Informazioni dettagliate sui casi di epatite di origine sconosciuta trasmessi dai 27 Paesi dell'Unione Europea (UE) - inclusa l’Italia - e dagli ulteriori 3 Paesi dello Spazio Economico Europeo (SEE) sono contenute nel report prodotto settimanalmente dall’ECDC.

Provvedimenti del Ministero

A seguito delle prime allerte ricevute attraverso il sistema dell’Early Warning and Response System (EWRS), il Ministero della salute ha prontamente informato le Regioni ed attivato la segnalazione dei casi nel nostro Paese, in coordinamento con l’ISS. Una prima circolare è stata emanata il 23 aprile 2022 "Casi di epatite acuta a eziologia sconosciuta in età pediatrica", aggiornata da una successiva circolare del  23 maggio, “Casi di epatite acuta a eziologia sconosciuta in età pediatrica. Aggiornamento sulla situazione epidemiologica, sulle definizioni di caso e sulla sorveglianza”.

Il documento riporta la situazione epidemiologica in Europa e in Italia al 20 maggio 2022, i risultati delle indagini condotte nel Regno Unito, le nuove definizioni di caso e le potenziali misure di controllo.
La definizione di caso sarà aggiornata sulla base delle indicazioni dell'OMS-ECDC.
Sia il numero sia la classificazione dei casi potranno cambiare in conseguenza di nuove segnalazioni, nuovi accertamenti diagnostici o modifiche nella definizione di caso.

L'eziologia e i meccanismi patogenetici della malattia sono ancora in fase di studio.

Leggi

Domande e risposte

Guarda

Vedi anche

Consulta le notizie di Malattie infettive

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Malattie infettive

  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 24 maggio 2022, ultimo aggiornamento 27 maggio 2022