18 maggio 2022 - Camera dei deputati

Question time n. 3-02972 Ministro Speranza

Intendimenti del Governo in merito alla revisione dei limiti di spesa per il personale del Servizio sanitario nazionale

Ringrazio gli interroganti, per aver posto l'attenzione sul tema cruciale del futuro del Servizio sanitario nazionale, che è proprio il tema del personale. Ho avuto modo più volte di dire che, durante i giorni più difficili, abbiamo imparato come si possano comprare mascherine, camici e respiratori, ma come non si possa certo immaginare di comprare il personale sanitario: o lo hai formato, in un tempo anche lungo di investimenti e di programmazione, oppure il personale non lo hai.

Questa è la ragione per cui, negli ultimi due anni, abbiamo finanziato circa 30.000 borse di specializzazione per medici neolaureati e, l'anno scorso, ben 17.400, il triplo di tre anni fa e il doppio di due anni fa. Quindi, abbiamo fatto un passo avanti molto importante, il cui impatto sul Servizio sanitario nazionale, però, lo potremo misurare soltanto alla fine di questo percorso.

La mia opinione è che dobbiamo complessivamente cambiare il modello di programmazione della spesa sanitaria e cambiare quello oggi vigente, costruito per silos chiusi e tetti di spesa. Tra questi silos chiusi e tetti di spesa, il più insopportabile è proprio quello sul personale sanitario. Abbiamo iniziato a fare questo cambiamento, ma, dal mio punto di vista, bisogna fare molto di più.

Nella legge di bilancio, che il Parlamento ha approvato, in via definitiva, nel dicembre 2021, ci sono due segnali che vanno in questa direzione. In primis, diventa permanente la possibilità di alzare questo tetto del 10 per cento, rispetto alla cifra del tetto precedente, cioè quella del 2004 (meno 1,4 per cento), e questo 10 per cento è valido per tutte le regioni italiane, comprese quelle a cui si fa riferimento nella interrogazione.

Inoltre, c'è un altro elemento che ritengo molto rilevante: il miliardo di euro, messo in legge di bilancio per coprire gli investimenti pluriennali del PNRR, che sono investimenti a termine, e che, quindi, al 2026 finiranno. Noi mettiamo un miliardo da qui al 2026. Per la prima volta nella storia il finanziamento del personale sanitario, è fuori dal tetto di spesa. Quindi, tutto l'investimento sul personale, che si farà per la sanità del territorio, sarà fuori da questo tetto. Non è per me abbastanza; la mia opinione è che bisognerà lavorare ancora per rompere questo tetto, ma in legge di bilancio, con il 10 per cento da un lato e il miliardo di assistenza territoriale dall'altro, facciamo finalmente un importante passo avanti.

La mia opinione è che, nell'ambito di una condivisione tra Parlamento e Governo, possiamo lavorare, anche in vista della prossima legge di bilancio, per mettere ancora mano a un nodo fondamentale strategico, che è proprio quello del personale sanitario.

 

Camera dei deputati
Resoconto stenografico dell'Assemblea seduta n. 696
Mercoledì 18 maggio 2022

  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 18 maggio 2022