In questa sezione il Ministero della salute pubblica il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza, i regolamenti per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nonchè annualmente la relazione al responsabile della prevenzione della corruzione con i risultati dell'attività svolta.

La dott.ssa Daniela Rodorigo è il responsabile della prevenzione della corruzione del Ministero della Salute. E' stata nominata con decreto ministeriale 10 luglio 2020.

Il dott. Alessandro Milonis è il responsabile per la trasparenza del Ministero della salute.


Piano Triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2021-2023

Il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza del Ministero della salute 2021-2023, che costituisce aggiornamento del PTPCT 2020-2022, è stato adottato con Decreto ministeriale 31 marzo 2021, in corso di registrazione alla Corte dei Conti.

Consulta: Elenco responsabili trasmissione pubblicazione dati (zip 0.64 Mb)

Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2020


La Relazione sull’efficacia delle misure di prevenzione definite dai Piani triennali di prevenzione della corruzione, prevista dall’art. 1, comma 14, della legge n. 190/2012 e dal Piano Nazionale Anticorruzione, è pubblicata sul sito istituzionale del Ministero nella sezione Amministrazione trasparente secondo la scheda standard predisposta dall'ANAC.

La Relazione, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge n. 190 del 2012, è atto proprio del Responsabile della prevenzione della corruzione e non richiede né l’approvazione né altre forme di intervento degli organi di indirizzo dell’amministrazione di appartenenza.

Per l’anno 2020, tenuto conto dell’emergenza sanitaria da Covid-19, l’ANAC con comunicato in data 2 dicembre 2020 ha ritenuto opportuno differire, al 31 marzo 2021, il termine ultimo per la predisposizione e la pubblicazione della relazione annuale che i Responsabili per la Prevenzione della corruzione e la trasparenza (RPCT) sono tenuti ad elaborare.
 

Piano Nazionale Anticorruzione

L’11 settembre 2013, l’Autorità nazionale anticorruzione ha approvato, su proposta del Dipartimento della funzione pubblica il Piano Nazionale Anticorruzione.

Il Piano nazionale di prevenzione della corruzione permette di disporre di un quadro unitario e strategico di programmazione delle attività per prevenire e contrastare la corruzione nel settore pubblico e crea le premesse perché le amministrazioni possano redigere i loro piani triennali per la prevenzione della corruzione e, di conseguenza, predisporre gli strumenti previsti dalla legge 190.

In seguito alle modifiche intervenute con il decreto legge 90/2014, convertito, con modificazioni dalla legge 114/2014, l’Autorità Nazionale Anticorruzione - ANAC, il 28 ottobre 2015, ha approvato l’aggiornamento del PNA con la determinazione n. 12 del 28/10/2015.

Con determinazione n.831 del 3 agosto 2016, l’ANAC ha, altresì, approvato il Piano nazionale Anticorruzione 2016 e con determinazione n. 1208 del 22 novembre 2017, l’ANAC ha approvato l’aggiornamento 2017 al PNA.

Leggi l'aggiornamento 2015 al Piano Nazionale Anticorruzione, il Piano nazionale Anticorruzione 2016 e l’aggiornamento 2017 al PNA.

Per saperne di più vai sul sito dell’ANAC alla pagina dedicata al Piano Nazionale Anticorruzione e Linee di indirizzo

Secondo il contenuto del Piano Nazionale 2013, il Ministero della salute ha adottato il Piano di Prevenzione della corruzione 2013-2016, successivamente aggiornato con i Piani relativi ai trienni 2015-2017, 2016-2018, 2017-2019 e 2018-2020 tenendo conto delle indicazioni fornite dall’ANAC con gli aggiornamenti PNA 2015, PNA 2016 e PNA 2017.

Archivio Piani e Relazioni


Piano Triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2020-2022

Il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza del Ministero della salute 2020-2022, che costituisce aggiornamento del PTPCT 2019-2021, è stato adottato con Decreto ministeriale 31 gennaio 2020, registrato dalla Corte dei Conti il 16 marzo 2020.


Piano Triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2019-2021

Il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza del Ministero della salute 2019-2021, che costituisce aggiornamento del PTPCT 2018-2020, è stato approvato con Decreto ministeriale 31 gennaio 2019, registrato alla Corte dei Conti in data 25 febbraio 2019.


Piano Triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza 2018-2020

Il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza del Ministero della salute 2018-2020, che costituisce aggiornamento del PTPCT 2017-2019, è stato approvato con Decreto ministeriale 31 gennaio 2018, registrato alla Corte dei Conti il 1° marzo 2018.

Consulta: Elenco responsabili trasmissione pubblicazione dati (ZIP 0.62 Mb)


Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2017-2019

Il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza del Ministero della salute, che costituisce aggiornamento del PTPC 2016-2018, è stato approvato con Decreto ministeriale 31 gennaio 2017, registrato alla Corte dei Conti in data 23 marzo 2017.


Piano triennale di prevenzione della corruzione 2016-2018

Il Piano triennale della prevenzione della corruzione del Ministero della salute, che costituisce aggiornamento del PTPC 2015-2017, è stato approvato con Decreto ministeriale 1 febbraio 2016, registrato alla Corte dei Conti in data 25 marzo 2016.


Piano triennale di prevenzione della corruzione 2015-2017

Il Piano triennale della prevenzione della corruzione del Ministero della salute, che costituisce aggiornamento del PTPC 2013-2016, è stato approvato con d.m. 30 gennaio 2015, registrato alla Corte dei conti in data 18 febbraio 2015:


Piano di prevenzione della corruzione 2013-2016

Il Piano triennale della prevenzione della corruzione 2013-2016 è stato approvato con d.m. 31 gennaio 2014, registrato alla Corte dei conti in data 27 marzo 2014.


Relazioni

Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2019

La Relazione sull’efficacia delle misure di prevenzione definite dai Piani triennali di prevenzione della corruzione, prevista dall’art. 1, comma 14, della legge n. 190/2012 e dal Piano Nazionale Anticorruzione, è stata pubblicata sul sito istituzionale il 31 gennaio 2020, nella sezione Amministrazione trasparente secondo la scheda standard predisposta dall'ANAC.

La Relazione, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge n. 190 del 2012, è atto proprio del Responsabile della prevenzione della corruzione, elaborato anche sulla base dei contributi predisposti dagli Uffici competenti. Non richiede né l’approvazione né altre forme di intervento degli organi di indirizzo dell’amministrazione di appartenenza


Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2018

La Relazione sull’efficacia delle misure di prevenzione definite dai Piani triennali di prevenzione della corruzione, prevista dall’art. 1, comma 14, della legge n. 190/2012 e dal Piano Nazionale Anticorruzione, è stata pubblicata sul sito istituzionale il 31 gennaio 2019, nella sezione Amministrazione trasparente secondo la scheda standard predisposta dall'ANAC.

La Relazione, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge n. 190 del 2012, è atto proprio del Responsabile della prevenzione della corruzione e non richiede né l’approvazione né altre forme di intervento degli organi di indirizzo dell’amministrazione di appartenenza.


Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2017

La Relazione sull’efficacia delle misure di prevenzione definite dai Piani triennali di prevenzione della corruzione, prevista dall’art. 1, comma 14, della legge n. 190/2012 e dal Piano Nazionale Anticorruzione, è stata pubblicata sul sito istituzionale il 31 gennaio 2018, nella sezione Amministrazione trasparente secondo la scheda standard predisposta dall'ANAC.

La Relazione, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge n. 190 del 2012, è atto proprio del Responsabile della prevenzione della corruzione e non richiede né l’approvazione né altre forme di intervento degli organi di indirizzo dell’amministrazione di appartenenza.


Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2016

La Relazione sull’efficacia delle misure di prevenzione definite dai Piani triennali di prevenzione della corruzione, prevista dall’art. 1, comma 14, della legge n. 190/2012 e dal Piano Nazionale Anticorruzione, è stata pubblicata sul sito istituzionale il 16 gennaio 2017, nella sezione Amministrazione trasparente secondo la scheda standard predisposta dall'ANAC.

La Relazione, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge n. 190 del 2012, è atto proprio del Responsabile della prevenzione della corruzione e non richiede né l’approvazione né altre forme di intervento degli organi di indirizzo dell’amministrazione di appartenenza.


Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2015

La Relazione sull’efficacia delle misure di prevenzione definite dai Piani triennali di prevenzione della corruzione, prevista dall’art. 1, comma 14, della legge n. 190/2012 e dal Piano Nazionale Anticorruzione, è stata pubblicata sul sito istituzionale il 15 gennaio 2016, nella sezione Amministrazione trasparente secondo la scheda standard predisposta dall'ANAC.

La Relazione, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge n. 190 del 2012, è atto proprio del Responsabile della prevenzione della corruzione e non richiede né l’approvazione né altre forme di intervento degli organi di indirizzo dell’amministrazione di appartenenza.


Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2014

La Relazione sull’efficacia delle misure di prevenzione definite dai Piani triennali di prevenzione della corruzione, prevista dall’art. 1, comma 14, della legge n. 190/2012 e dal Piano Nazionale Anticorruzione, è stata pubblicata sul sito istituzionale il 31 dicembre 2014, nella sezione Amministrazione trasparente secondo la scheda standard predisposta dall'ANAC.

La Relazione, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge n. 190 del 2012, è atto proprio del Responsabile della prevenzione della corruzione e non richiede né l’approvazione né altre forme di intervento degli organi di indirizzo dell’amministrazione di appartenenza.

  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 26 settembre 2013, ultimo aggiornamento 16 aprile 2021