La vaccinazione antinfluenzale rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità indica quale obiettivo primario della vaccinazione antinfluenzale la prevenzione delle forme gravi e complicate di influenza e la riduzione della mortalità prematura in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave: una strategia vaccinale basata su questi presupposti presenta un favorevole rapporto costo-beneficio e costo-efficacia.

Per ciò che concerne l’individuazione dei gruppi a rischio rispetto alle epidemie di influenza stagionale, ai quali la vaccinazione va offerta in via preferenziale, esiste una sostanziale concordanza, in ambito europeo, sul fatto che principali destinatari dell’offerta di vaccino antinfluenzale stagionale debbano essere le persone di età pari o superiore a 65 anni, nonché le persone di tutte le età con alcune patologie di base che aumentano il rischio di complicanze in corso di influenza.
Pertanto, gli obiettivi della campagna vaccinale stagionale contro l’influenza sono:

  • riduzione del rischio individuale di malattia, ospedalizzazione e morte
  • riduzione dei costi sociali connessi con morbosità e mortalità.

Per ridurre significativamente la morbosità per influenza e le sue complicanze, nonché l’eccesso di mortalità, è necessario raggiungere coperture elevate nei gruppi di popolazione target della vaccinazione, in particolare nei soggetti ad alto rischio di tutte le età.

D’altra parte, per quanto detto a proposito delle ricadute della vaccinazione antinfluenzale e del razionale per la sua implementazione, è necessario riconfermare gli obiettivi di copertura già stabiliti dalla pianificazione nazionale (Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale) e individuare tutte le modalità necessarie per il raggiungimento di tali obiettivi, soprattutto quelle utili per il raggiungimento dei gruppi a rischio.

Gli obiettivi di copertura, per tutti i gruppi target, sono i seguenti:

  • il 75% come obiettivo minimo perseguibile
  • il 95% come obiettivo ottimale.

In attesa che venga implementata su tutto il territorio nazionale l’anagrafe vaccinale, è stato predisposto, a partire dalla stagione influenzale 2010-2011 un sistema informatizzato di registrazione della vaccinazione antinfluenzale, per ottenere dati di copertura, per fascia di età, categoria target e tipo di vaccino somministrato.

Sono state, inoltre, rimodulate le classi di età ed introdotte le categorie di rischio per cui raccogliere il dato di copertura vaccinale.

Questa novità è stata dettata dalla necessità di uniformare la rilevazione della copertura vaccinale con la rilevazione degli eventi avversi ai vaccini e con i dati del sistema di sorveglianza sentinella Influnet, secondo le fasce di età e le categorie di rischio richieste dall’Agenzia Europea del Farmaco - EMA.

Per la registrazione tempestiva delle vaccinazioni effettuate, è stata predisposta un’apposita tabella on line dove inserire la popolazione regionale, per le categorie per cui era prevista la vaccinazione stagionale, suddivisa per fascia di età. Inoltre, essendo l’invio dei dati informatizzato, le singole regioni hanno potuto aggiornare la rilevazione delle categorie di popolazione eleggibili, per la vaccinazione stagionale man mano che avevano a disposizione i dati.

Consulta le Coperture vaccinali medie Vaccinazione antinfluenzale.


Data di pubblicazione: 27 novembre 2007, ultimo aggiornamento 5 ottobre 2015

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area