Siglato nel 2007, il Protocollo d’intesa mira a sensibilizzare la popolazione, in particolare i giovani, sulla rilevanza di uno stile di vita attivo, quale efficace strumento per la prevenzione dei rischi per la salute, a promuovere lo sport tra le persone diversamente abili e a proporre modelli estetici corretti.

Queste le linee di intervento previste dall’intesa:

  • sensibilizzare la popolazione sull’importanza di una vita attiva
  • promuovere l'attività motoria per le persone diversamente abili, con disagio psichico o disturbo mentale
  • prevenire i disturbi del comportamento alimentare (DCA)
  • promuovere interventi di informazione e comunicazione nell’area del disagio giovanile, caratterizzata da comportamenti di dipendenza, abuso di bevande alcoliche, doping involontario
  • promuovere una rete integrata di referenti finalizzata alla programmazione congiunta e alla diffusione delle buone prassi.

Nell’ambito di tale protocollo sono stati realizzati il Progetto nazionale Le buone pratiche di cura e la prevenzione sociale dei disturbi del comportamento alimentare, mirato ad implementare azioni specifiche nell’ambito della cura e della prevenzione dei DCA - e il “Progetto nazionale di promozione dell’attività motoria” finalizzato a incrementare l’attività motoria promuovendo uno stile di vita attivo già nell’ambito delle attività quotidiane.


Data di pubblicazione: 20 novembre 2007, ultimo aggiornamento 20 novembre 2007

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area