Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Antibiotico-resistenza

Disinfettanti

I disinfettanti fanno parte dei biocidi (vedi) e comprendono un vasto gruppo di sostanze che hanno lo scopo di diminuire la carica (o quantità) di batteri, virus, spore e, in alcuni casi, alghe o altri microorganismi. Per tali caratteristiche, sono utilizzati per la disinfezione di ambienti, superfici e oggetti di varia natura, ed usati nei settori medico-chirurgico e industriale, nella produzione alimentare e nell’allevamento per la disinfezione di stalle e di mezzi di trasporto per animali. I disinfettanti usati per disinfettare i dispositivi medici sono qualificati come dispositivi medici.

Dispositivi medici

I dispositivi medici sono una categoria estremamente eterogenea di prodotti (strumenti, apparecchi, impianti, sostanze, software o altro) destinati a essere impiegati nell’uomo a scopo di diagnosi, prevenzione, controllo o terapia, attenuazione o compensazione di ferite o handicap, ma anche studio, sostituzione o modifica dell’anatomia o di un processo fisiologico, o di controllo del concepimento. Alcuni di questi sono comunemente impiegati in ambiente domestico (ad es. termometri, cerotti), altri sono destinati solo all’uso in ambienti sanitari e talora utilizzabili esclusivamente da personale specializzato (ad es. apparecchi radiografici), alcuni (dispositivi attivi) necessitano di una fonte di energia per il loro funzionamento (ad es. pacemaker, robot per riabilitazione, pompe per infusione di farmaci), altri sono impiantati a breve/medio termine (ad es. filo di sutura riassorbibile) o in modo permanente (ad es. valvole cardiache, protesi articolari). 


  • Condividi
  • Stampa
  • Condividi via email

Data di pubblicazione: 13 dicembre 2019, ultimo aggiornamento 13 dicembre 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area