Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Hiv e Aids
immagine di un medico e un paziente

In alcune condizioni si può pensare di essere stati esposti al rischio di infezione da Hiv, ad esempio se si verificano:

  • rottura o sfilamento del preservativo durante il rapporto sessuale con un/una partner con status Hiv sconosciuto o con Hiv non in terapia efficace
  • infortunio accidentale con un oggetto contaminato di sangue di una persona con infezione da Hiv nota o sospetta (per esempio tra gli operatori sanitari)
  • condivisione di siringa o di strumenti in occasione del consumo di sostanze con persona con status Hiv sconosciuto o con Hiv non in terapia efficace
  • situazioni di violenza in cui una persona è costretta a fare sesso non protetto (stupro, violenza sessuale).

In questi casi è necessario andare il più presto possibile, senza superare le 48 ore, al Pronto soccorso di un grande ospedale o al reparto di infettivologia più vicino. Un medico discuterà con la persona la situazione e nel caso prescriverà, previo consenso, un primo test per l'Hiv. e un trattamento preventivo per un periodo di un mese (profilassi post-esposizione PEP), nel tentativo di evitare la possibile infezione da Hiv.


Data di pubblicazione: 20 maggio 2019, ultimo aggiornamento 1 agosto 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area