Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Piani di rientro

Durante l’anno 2016, si sono svolte le seguenti riunioni di verifica:

  • 21 aprile 2016 avente ad oggetto: la diffida ai sensi del decreto legge n. 66/2014, il risultato di gestione al IV trimestre 2015, la verifica annuale 2015 dell’attuazione del Piano di rientro, la verifica adempimenti;
  • 21 giugno 2016 avente ad oggetto: la diffida ai sensi del decreto legge n. 66/2014, l’esame della proposta di Programma operativo straordinario 2015-2018;
  • 19 luglio 2016 avente ad oggetto: la diffida ai sensi del decreto legge n. 66/2014, il risultato di gestione consuntivo 2015, l’esame della proposta di Programma operativo straordinario 2015-2018, la verifica adempimenti;
  • 4 novembre 2016 avente ad oggetto: la diffida ai sensi del decreto legge n. 66/2014, il recepimento delle prescrizioni dell’Accordo Stato–Regioni del 3 agosto 2016, l’andamento al secondo trimestre 2016, la verifica adempimenti.

Di seguito si riportano i principali provvedimenti adottati dalla Regione e le risultanze emerse nelle riunioni di verifica tenutesi nell’anno 2016.

Situazione economico-finanziaria

La Regione Molise, a consuntivo 2015, presenta un disavanzo di 44,676 mln di euro, pari al 7,3% del finanziamento annuale assegnato alla Regione. Dopo il conferimento delle aliquote fiscali preordinate dal Piano di rientro alla copertura del disavanzo sanitario, relative all’anno d’imposta 2016 e pari a 18,192 mln di euro, residua un disavanzo non coperto di 26,484 mln di euro. In virtù del contributo di solidarietà interregionale di cui alla seduta della Conferenza Stato-Regioni del 23 dicembre 2015 pari, per l’anno 2015, a 30 mln di euro, in accompagnamento al Piano di risanamento del Servizio Sanitario Regionale – Piano Operativo Straordinario 2015-2018, il risultato di gestione 2015 è stato rideterminato in 3,516 mln di euro.

Programma Operativo Straordinario

In data 3 agosto 2016 è stato sancito l’Accordo Stato-Regioni concernente l’approvazione del Programma Operativo Straordinario 2015-2018 della Regione Molise, rep.atti n. 155/CSR, a seguito della valutazione positiva dei Tavoli di verifica di cui alla riunione del 19 luglio 2016.

Stato di attuazione del Piano Operativo Straordinario 2015-2018

  • Integrazione Fondazione Giovanni Paolo II - Presidio Cardarelli: la Regione deve adottare, entro il 31.12.2016, il Protocollo di Intesa con la definizione del cronoprogramma di attuazione e della organizzazione effettiva dell’integrazione tra la Fondazione Giovanni Paolo II e l’Ospedale Cardarelli
  • Tempi di pagamenti: la Regione non ha rispettato la direttiva europea sui tempi di pagamento dei fornitori
  • Tetti di spesa: la Regione viene sollecitata a definire i tetti di spesa dell’anno 2015 per gli erogatori privati, in coerenza con il POS
  • Fabbisogni di personale: i Tavoli di verifica, nel corso dell’anno 2016, hanno provveduto a valutare il piano di fabbisogno regionale ex lege 208/15 di personale medico delle aree dell’emergenza-urgenza e delle altre specialità ospedaliere, del personale infermieristico e degli OSS, autorizzando varie assunzioni e stabilizzazioni di varie unità di personale
  • Percorso nascita: la Regione è sollecitata a rispettare quanto previsto dalle disposizioni in materia e viene evidenziata la presenza di due punti nascita che erogano volumi di parti <500/anno per i quali non è stata avanzata alcuna richiesta di permanenza in deroga al Comitato Percorso Nascita Nazionale.

Adempimenti LEA

In considerazione dell’avvenuto accesso all’anticipazione di liquidità ex decreto legge n. 35/2013, la Regione è considerata adempiente per gli anni 2010, 2011 e 2012 e, pertanto, le vengono erogate le spettanze residue fino a tutto l’anno 2012.


Data di pubblicazione: 12 novembre 2018, ultimo aggiornamento 12 novembre 2018

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area