L’istituzione del Repertorio dei dispositivi medici ed il conseguente avvio del nuovo flusso informativo riguardante il monitoraggio dei consumi dei dispositivi medici direttamente acquistati dal Servizio Sanitario Nazionale, hanno consentito l’acquisizione di un patrimonio di dati ineguagliabile. Grazie alle informazioni di dettaglio sulle tipologie di prodotti presenti sul mercato nazionale e sui relativi consumi a livello di singolo dispositivo medico e per ciascuna azienda sanitaria pubblica italiana, l’Italia è oggi l’unico paese a livello internazionale a disporre di informazioni con un tale livello di granularità.

Il Rapporto sulla spesa rilevata dalle strutture sanitarie pubbliche del Servizio Sanitario Nazionale per l’acquisto di dispositivi medici, recante i dati relativi all’anno 2012 nella sua prima edizione, rappresenta il primo risultato di numerosi interventi normativi e nasce con l’obiettivo primario di restituire le informazioni acquisite con questo enorme patrimonio di dati a tutti gli interessati ed in particolare alle strutture sanitarie che lo hanno alimentato.

L’analisi dei dati pubblicati nel Rapporto dovrà favorire l’avvio di un processo di benchmarking tra le diverse realtà, e spunti di riflessione a sostegno della razionalizzazione dei costi e del recupero dei margini di efficienza. Lo scopo principale è di favorire un modello di sistema sanitario che tuteli il diritto alla salute e l’equità di accesso alle cure migliori, in maniera responsabile e sostenibile anche per le future generazioni.

Il Rapporto non vuole certo essere un punto di arrivo ma di sicuro è un ottimo punto di partenza per dare avvio a riflessioni e raccomandazioni concrete su come poter migliorare gli attuali processi decisionali nel settore dei dispositivi medici.

Con i dati a disposizione si possono costruire modelli di lettura dei dati al fine di soddisfare specifiche esigenze di ambito territoriale, organizzativo, gestionale e clinico.

Dalle esperienze delle singole dalle Regioni svolte sui loro territori possono scaturire diversi modelli di lettura dei dati finalizzati all’individuazione di strumenti di valutazione a supporto dell’attività aziendale e di governo regionale.

Consulta i rapporti:


Anno 2015


Anno 2014

 

Anno 2013

 

Anno 2012


Data di pubblicazione: 18 dicembre 2013, ultimo aggiornamento 19 dicembre 2016

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area