La normativa suddivide i precursori attualmente posti sotto controllo in quattro categorie, in base al differente grado di importanza e di sostituibilità nel processo di fabbricazione illecita di droghe.

 

 


Data di pubblicazione: 4 aprile 2013, ultimo aggiornamento 6 luglio 2018

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area