Ammissione a finanziamento

MODULO A (doc, 36 KB)

Il modulo deve essere inviato a:
Ministero della salute
Direzione generale della programmazione sanitaria
Via Giorgio Ribotta, 5
00144 ROMA

La richiesta di ammissione a finanziamento, prodotta conformemente al MODULO A, deve essere inoltrata al Ministero della salute, congiuntamente all’atto di approvazione del progetto esecutivo, con una nota che attesti:

  • l’approvazione da parte della Regione del progetto esecutivo, ovvero di atto equivalente ai sensi di legge nel caso in cui trattasi di intervento per il cui affidamento non è previsto il progetto esecutivo;
  • autorizzazioni, nulla osta, pareri etc….;
  • che il progetto è redatto nel rispetto della normativa vigente statale e regionale in materia di opere pubbliche, standard ammissibili, requisiti organizzativi, strutturali e tecnologici;
  • che il progetto è coerente con la programmazione nazionale e regionale.

 

Il MODULO A individua nell’oggetto lo specifico programma di investimento. Nella prima parte del MODULO (punti 1 – 2 – 3) sono riportati i dati identificativi dell’intervento inserito nel programma di investimento approvato.
Il punto 4) riporta il costo dell’opera estratto dal quadro economico contenuto nell’atto di approvazione del progetto esecutivo (che deve essere allegato), dal quale sia possibile desumere distintamente gli importi relativi agli acquisti di arredi, attrezzature e apparecchiature.
Il punto 5) riporta il piano finanziario complessivo.
Il punto 6) riporta il tempo necessario per realizzare e attivare l’opera.
Nel punto 7) è specificata la tipologia dell’intervento, secondo l’elencazione proposta.
Il punto 8) è relativo al documento di approvazione del progetto esecutivo, che viene allegato.
Entro duecentosettanta giorni dalla comunicazione dell’avvenuta ammissione a finanziamento gli Enti attuatori devono procedere all’aggiudicazione dei lavori.
Le regioni si impegnano ad informare i ministeri competenti delle cause che dovessero generare lo slittamento del predetto termine.

 

 

Richiesta di erogazione finanziaria

MODULO B (doc, 79 KB)

La richiesta di erogazione dei finanziamenti (MODULO B) deve essere inoltrata al Ministero competente per la gestione del capitolo.

Per i finanziamenti relativi alla realizzazione di strutture residenziali per le cure palliative e alla realizzazione di interventi di riorganizzazione e di riqualificazione dell’assistenza sanitaria in alcuni grandi centri urbani (art.71) il modulo deve essere inviato a:

Ministero della salute
Direzione generale della programmazione sanitaria
Via Giorgio Ribotta, 5 
00144 ROMA

Per i finanziamenti relativi al programma di investimenti in edilizia e tecnologie (art. 20 Legge 67/1988) il modulo deve essere inviato a:

Ministero dell’Economia e delle Finanze
Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato IGESPES – Ufficio IX
Via XX Settembre, 97
00187 ROMA

L’erogazione dei finanziamenti avverrà secondo le specifiche disposizioni delle norme di settore.

 

 

Verifica generale dello stato di attuazione dei programmi e determinazione della presunta annualità da impegnare

MODULO C (xls, 16 KB)

Il modulo deve essere inviato a:
Ministero della salute
Direzione generale della programmazione sanitaria
Via Giorgio Ribotta, 5 
00144 ROMA

Ministero dell’Economia e delle Finanze
Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato IGESPES – Ufficio IX
Via XX Settembre, 97
00187 ROMA

Unità di verifica degli investimenti pubblici (UVER)
Via Sicilia, 162
00187 Roma

Per ogni singolo programma di investimento le Regioni, le province autonome e gli enti di cui al comma 15 dell’art. 4 della legge 30 dicembre 1991 n. 412 informano il Ministero della Salute dell’avanzamento dello stesso anche al fine di individuare le risorse da impegnare annualmente nel bilancio.
La ricognizione avverrà con cadenza annuale, con rilevamento al 31 dicembre e invio dei dati entro i successivi 90 giorni.
La ricognizione dello stato di attuazione, secondo il modello esemplificativo di cui al MODULO C, sarà la base per le attività di monitoraggio, di modifica e di aggiornamento prevista dall’art. 5 bis del D.to Lg.vo 502/92, come introdotto dal D.to Lg.vo 229/1999, nell’ambito dei Comitati Istituzionali di gestione e attuazione degli Accordi di Programma per l’art. 20 della legge 67/1988.

Il Comitato Istituzionale di gestione e attuazione si avvale di tale ricognizione per la propria attività di monitoraggio.
Per l’acquisizione di ulteriori dati relativi all’esecuzione dell’opera (modalità d’appalto, esecuzione, collaudo) potranno essere utilizzate le banche dati dell’Osservatorio dei Lavori Pubblici di cui alla legge 109/1994 e successive modifiche, così come articolati a livello regionale, nonché le risultanze dell’attività svolta dall’Unità di verifica degli investimenti pubblici (UVER) del Ministero dell’economia e finanze, ai sensi dell’art. 7, comma 4 del DPR 20 febbraio 1998, n. 38 e sulla base di quanto disciplinato in uno specifico protocollo d’intesa con il Ministero della salute.
Le modalità di scambio informatico tra l’UVER ed i competenti uffici del Ministero della salute potranno formare oggetto del citato protocollo d’intesa.
La relazione sullo stato di attuazione degli Accordi di programma sarà trasmessa al CIPE e alla Conferenza Stato-Regioni, con cadenza annuale, a cura del competente Ministero della salute.


Data di pubblicazione: 11 aprile 2007, ultimo aggiornamento 3 marzo 2017

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area