Pubblicità sanitaria
(art. 21 del D.L. 24.02.97, n. 46)

L'Azienda fabbricante o responsabile dell'immissione in commercio di un prodotto chiede il rilascio dell'autorizzazione ad effettuare una pubblicità sanitaria presentando una domanda in bollo completa di tutte le informazioni inerenti la Ditta stessa, il prodotto pubblicizzato, il tipo di pubblicità e il relativo mezzo di diffusione.
Per tutte le informazioni consulta la pagina relativa al Servizio:
Autorizzazione ad effettuare una pubblicità sanitaria per dispositivi medici e dispositivi medico-diagnostici in vitro


Ai fini della corretta istruzione delle pratiche è necessario anche tener conto di:

  • Linee guida del 17 febbraio 2010, in merito all’utilizzo di nuovi mezzi di diffusione

  • Nuove Linee guida del 28 marzo 2013, in merito alla pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico-chirurgici

  • Circolare del 28 luglio 2010. Attivazione di una procedura sperimentale per il rilascio delle licenze di pubblicità sanitaria con l'allegato Modulo di autodichiarazione, relativi alle modalità di invio, in vigore a partire dal 1 ottobre 2010, delle istanze di autorizzazione mediante posta elettronica certificata

  • Circolare del 23 dicembre 2010. Procedura per il rilascio delle licenze di pubblicità sanitaria tramite posta elettronica certificata. Conferma e chiarimenti, che integra la precedente circolare.

  • Circolare del 28 giugno 2013. Chiarimenti in materia di importi per l’assolvimento dell’imposta di bollo per le istanze di autorizzazione di pubblicità sanitaria a seguito dell’adeguamento degli importi

Data di pubblicazione: 11 aprile 2005, ultimo aggiornamento 10 aprile 2013

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area