Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Piani di rientro

Il Piano di Rientro dal disavanzo della Regione Lazio (pdf, 3,2 Mb) è stato sottoscritto il 28 febbraio 2007 e prevede una stima di interventi per il recupero del disavanzo sanitario.

A seguito della riunione del 10 ottobre 2007 il Presidente del Consiglio dei Ministri con propria nota del 30 ottobre 2007, non essendo stati raggiunti gli obiettivi prefissati, ha diffidato la Regione, ai sensi dell’art. 4 del Decreto Legge 159/07 convertito con modificazioni dalla Legge 222/07, ad adottare tutti gli atti normativi, amministrativi e gestionali che risultassero produttivi di effetti finanziari nel 2008 e idonei alla correzione strutturale della spesa per gli anni successivi.

A seguito della riunione del 1 luglio 2008, persistendo i presupposti riscontrati precedentemente, il Consiglio dei Ministri, con delibera dell’11 luglio 2008, ha nominato il Presidente della Regione Piero Marrazzo quale commissario ad acta per l’intero periodo di vigenza del Piano di Rientro ai sensi della norma di cui sopra.

Con successiva delibera della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 17 ottobre 2008 è stato nominato quale sub commissario per l’attuazione del Piano di Rientro della Regione Lazio e affiancamento al commissario ad acta il dott. Mario Morlacco.

Il 26 ottobre 2009 il commissario ad acta Piero Marrazzo ha comunicato al Presidente del Consiglio di aver invitato il Vice Presidente della Regione a sostituirlo nell’esercizio delle sue funzioni essendosi dimesso sia da Presidente della Regione Lazio sia da commissario ad acta. In seguito a tale comunicazione, il 28 ottobre 2009 il Consiglio dei Ministri ha nominato un nuovo commissario ad acta nella persona del prof. Elio Guzzanti.

A seguito delle elezioni regionali del marzo 2010, con delibera della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010, è stato nominato commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di Rientro dai disavanzi del settore sanitario, il neo Presidente pro tempore della Regione Renata Polverini.

In conformità con quanto disposto dal Patto per la Salute del 3 dicembre 2009, art. 13 comma 14, e art. 2 comma 88 della legge 23 dicembre 2009, n° 191, la Regione ha inviato in data 29 dicembre 2009 il Programma Operativo 2010 con il quale ha manifestato l’intento di dare prosecuzione al Piano di Rientro 2007-2009. Successivamente a tale Programma Operativo sono state inviate dalla Regione ulteriori modifiche ed integrazioni, l’ultima delle quali in data 14 luglio 2010.

A seguito delle dimissioni del sub commissario Mario Morlacco, con delibera della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 3 marzo 2011 è stato nominato quale sub commissario per l’attuazione del Piano di Rientro e affiancamento al commissario ad acta il dott. Giuseppe Antonio Spata.

Alla scadenza prevista del 31 dicembre 2010, la Regione ha trasmesso il Programma Operativo 2011-2012 adottato con Decreto Commissariale n° 113 del 31 dicembre 2010.

Con delibera della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 20 gennaio 2012 sono stati definiti 18 nuovi interventi prioritari, di competenza del commissario ad acta della Regione, ai fini della prosecuzione del Piano di Rientro, ed è stato nominato quale sub commissario per l’attuazione del Piano di Rientro e affiancamento al commissario ad acta il dott. Gianni Giorgi, in aggiunta al già in carica sub commissario dott. Giuseppe Antonio Spata.

Il 28 settembre 2012 Renata Polverini si è dimessa dall’incarico di Presidente della Regione Lazio.

Il 16 ottobre 2012 il Consiglio dei Ministri ha nominato il dott. Enrico Bondi commissario ad acta per l’attuazione del Piano di Rientro.

Il 7 gennaio 2013 il Consiglio dei Ministri ha nominato il dott. Filippo Palumbo commissario ad acta per l’attuazione del Piano di Rientro.

A seguito delle elezioni regionali del febbraio 2013, con delibera della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2013 è stato nominato commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di Rientro dai disavanzi del settore sanitario, il neo Presidente pro tempore della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

La Regione ha trasmesso il Programma Operativo 2013-2015 adottato con decreto commissariale n° 314 del 5 luglio 2013.

Il 6 dicembre 2013 la Regione ha trasmesso un nuovo Programma Operativo 2013-2015, adottato con Decreto Commissariale n° 480 del 6 dicembre 2013.

Il 17 dicembre 2013 il Consiglio dei Ministri ha nominato il dott. Renato Botti quale unico sub commissario per l’attuazione del Piano di Rientro della Regione in sostituzione degli uscenti dott. Gianni Giorgi e dott. Giuseppe Antonio Spata.

Il 29 maggio 2014 la struttura commissariale ha trasmesso una nuova bozza di Programma Operativo 2013-2015 che è stata esaminata dai Tavoli Tecnici nella riunione dell’8 luglio 2014, in occasione della quale viene valutata positivamente l’impostazione generale del documento ritenendo che si possa approvare con il recepimento delle ulteriori modifiche e integrazioni richieste in quella sede.

Il 25 luglio 2014 la struttura commissariale ha trasmesso il Decreto Commissariale n° 247 di adozione del Programma Operativo 2013-2015.

Con delibera della presidenza del Consiglio dei Ministri del 1 dicembre 2014 sono cessate le funzioni del dott. Renato Botti da sub commissario ed è stato nominato quale sub commissario per l’attuazione del Piano di Rientro e affiancamento al commissario ad acta l’arch. Giovanni Bissoni.

L’ultima riunione di verifica si è tenuta il 24 marzo 2015.


Data di pubblicazione: 7 dicembre 2010, ultimo aggiornamento 1 luglio 2015

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area