Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Rapporti internazionali
Logo della Commissione Europea per la salute pubblica

I Programmi Europei sulla Salute sono nati come iniziative di settore alla fine degli anni ’90 (“L’Europa contro il cancro”, “L’Europa contro l’AIDS” etc.) ed in seguito si sono sviluppati in un'unica iniziativa di carattere trasversale (Il Programma Europeo di sanità pubblica 2003 – 2008), per poi strutturarsi definitivamente nel Secondo Programma Europeo sulla Salute 2008 – 2013 ed in quello attualmente in corso.

Dal 2003, il Programma dell’UE per la salute ha finanziato più di 750 progetti ed erogato sovvenzioni di funzionamento a sostegno di una serie di organizzazioni e di iniziative .

Altre fonti di sostegno finanziario dell’UE, tra cui i fondi strutturali (esempio: FESR, FES) e il Programma Quadro della Ricerca (Horizon 2020), contribuiscono a realizzare le priorità in materia di salute.

L’attuale Programma dell'Unione Europea  in materia di salute (il terzo della serie) è il principale strumento di cui la Commissione si avvale per dare attuazione alla strategia europea e alle altre politiche di  tutela e miglioramento della salute umana, sostenendo, sempre nel rispetto delle competenze nazionali in materia sanitaria, una serie di azioni,  sulla base di priorità tematiche ed integrando  la politica sanitaria dei singoli Stati Membri.

Le regole generali del Programma sono stabilite dal Regolamento UE n. 282 dell’ 11 marzo 2014.

Il Terzo Programma 2014-2020 persegue quattro obiettivi generali:

  • promozione della salute e prevenzione delle malattie;
  • protezione dei cittadini dalle minacce per la salute a carattere transfrontaliero;
  • sviluppo di sistemi sanitari innovativi e sostenibili;
  • facilitazione per l’accesso ad un’assistenza sanitaria migliore e più sicura per i cittadini.

Il bilancio complessivo del Programma 2014-2020 ammonta a 449 milioni di euro. Hanno diritto a partecipare tutti i 28 paesi dell’UE, oltre a Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Il Programma viene attuato mediante piani di lavoro annuali, che stabiliscono i settori prioritari, i criteri per il finanziamento delle azioni e ribadiscono le norme di partecipazione.

 

I temi di questa pagina sono stati realizzati con la collaborazione del Segretariato Generale


Le sovvenzioni (genericamente denominate “Grant”) possono essere concesse a organizzazioni aventi personalità giuridica, comprese autorità pubbliche, enti del settore pubblico, in particolare istituti di ricerca e sanitari, università, istituti d’istruzione superiore e organizzazioni non governative, che possono presentare una proposta di progetto in qualità di coordinatore o parteciparvi in qualità di beneficiario.

Sono disponibili una serie di strumenti diversificati in base al tipo di azione, al target e in parte alle regole:

  • Grants for projects
    Consulta le Faq relative

  • Tender (Public Procurements)
    Al momento è attivo il bando: “EU dimension to prevent alcohol related harm, to follow-up the Standardised European Alcohol Survey (SEAS) and to support Member States”

    Per informazioni e per ricevere l’allerta consulta le calls for tenders del sito CHAFEA

     

  • Operating grants per ONG

     

  • Grants for actions co-financed with Member State authorities (Joint Actions)

    Consulta le Faq relative alle Joint Actions

La maggior parte dei finanziamenti viene assegnata tramite appositi Bandi (uno all’ anno per i progetti, più volte l’anno per i Public Procurements), che contengono anche le specifiche priorità per l’anno di riferimento.

Il Programma finanzia anche altre attività non comprese nei bandi:

  • le Conferenze organizzate dalle Presidenze di turno del Consiglio dell ‘Unione
  • i Direct Grants per le Organizzazioni Internazionali (WHO/OMS; OCSE; Consiglio d’Europa)
  • una serie di attività di servizio e di supporto agli Uffici della Commissione Europea (DG salute e sicurezza alimentare)

I temi di questa pagina sono stati realizzati con la collaborazione del Segretariato Generale


Il Programma dell'Unione Europea in materia di Salute  è gestito, per conto della  Commissione Europea, dall' Agenzia Esecutiva Consumatori, Salute, Agricoltura e Alimenti (CHAFEA).

In particolare compete alla Commissione – d’intesa con gli Stati Membri – la definizione del Workplan annuale, mentre tutte le fasi gestionali (pubblicazione del bando, valutazione delle proposte, stipula e monitoraggio dei contratti) sono competenza della CHAFEA. Quest’ ultima si occupa anche della comunicazione sulle regole del Programma e della disseminazione dei risultati dei progetti. La CHAFEA svolge ruolo di agenzia esecutiva anche per altri Programmi della Unione di diversi settori.

Per partecipare con successo al Programma è indispensabile consultare periodicamente  la specifica sezione del Sito Internet della CHAFEA Health Programme; sono disponibili sul  sito il Workplan annuale, il bando  integrale e tutta la documentazione tecnico-amministrativa utile alla presentazione delle richieste di finanziamento.

Sul sito CHAFEA possono anche  essere reperite le sintesi degli obiettivi dei progetti finanziati negli anni precedenti ed una serie di pubblicazioni e materiali di carattere didattico/metodologico e illustrativo delle attività finanziate dal Programma sulle diverse tematiche, inoltre è disponibile una pagina dedicata alle Joint Actions 2018.

Il Punto focale italiano  resta comunque  sempre a disposizione per ulteriori informazioni.

 

I temi di questa pagina sono stati realizzati con la collaborazione del Segretariato Generale


Per favorire una più ampia informazione in merito al Programma Europeo Salute, a ciascuno Stato Membro è stato chiesto di indicare un National Focal Point (NFP), che per l’Italia è stato identificato presso il Ministero della Salute.

La più importante iniziativa di competenza del NFP è l’ organizzazione annuale del National Infoday , che ha lo scopo di presentare  il Programma di azione comunitaria in tema di salute, fornire i risultati della partecipazione italiana al bando dell’anno precedente, dare indicazioni per migliorare la qualità delle proposte progettuali e conseguentemente accrescere le possibilità di successo.

Il National Infoday 2018 si è tenuto il 5 Febbraio 2018 presso il Ministero della salute a Roma.

È possibile richiedere appuntamenti individuali o la partecipazione ad eventi informativi, contattando il Punto focale italiano via mail.
Inoltre, richiedendo l’inserimento nella “mailing list ufficiale” del Punto focale, è possibile ricevere regolari informazioni sul Programma, ed in particolare in merito ad eventi informativi nazionali, alla data di pubblicazione e di scadenze dei bandi, etc.

Il Punto focale nazionale fornisce anche informazioni sulla procedura per le candidature delle Joint Actions del Programma salute.

La Agenzia del Programma Europeo salute CHAFEA ha predisposto una nuova pagina specifica sulle Joint Actions 2018.

Il Punto focale italiano  resta comunque  sempre a disposizione per ulteriori informazioni.

 

Vedi anche:

 

I temi di questa pagina sono stati realizzati con la collaborazione del Segretariato Generale


La Commissione Europea il 13 dicembre 2017 ha adottato il Workplan 2018 del terzo Programma per l'azione dell'Unione in materia di Salute (2014-2020), a seguito del quale l’Agenzia Esecutiva per i Consumatori, la Salute, l’Agricoltura e la sicurezza Alimentare (CHAFEA) ha pubblicato un invito a presentare proposte per progetti relativi ai seguenti argomenti:

  • Implementazione di buone pratiche - Promozione della salute, prevenzione delle malattie non trasmissibili e incremento di sistemi di cura integrati (WP 2018: pag.10-13)
    • Importo indicativo: 6.000.000 euro
  • Supporto alla cooperazione volontaria fra Stati membri nell’area della definizione del prezzo attraverso la collaborazione Euripid (WP 2018: pag.14-15)
    • Importo indicativo: 300.000 euro
  • Progetto sui codici Orpha (WP 2018: pag.16)
    • Importo indicativo: 750.000 euro

Il termine per la presentazione delle proposte è fissato alle ore 17 del 26 aprile 2018.

Per saperne di più consulta:

 

I temi di questa pagina sono stati realizzati con la collaborazione del Segretariato Generale


Data di pubblicazione: 11 novembre 2010, ultimo aggiornamento 27 marzo 2018

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area