Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai al sito Governo clinico e sicurezza delle cure
immagine di alcuni medici che assistono un paziente

La gestione del rischio clinico in sanità (clinical risk management) rappresenta l’insieme di varie azioni messe in atto per migliorare la qualità delle prestazioni sanitarie e garantire la sicurezza dei pazienti, sicurezza, tra l’altro, basata sull’apprendere dall’errore. Solo una gestione integrata del rischio può portare a cambiamenti nella pratica clinica, promuovere la crescita di una cultura della salute più attenta e vicina al paziente e agli operatori, contribuire indirettamente a una diminuzione dei costi delle prestazioni e, infine, favorire la destinazione di risorse su interventi tesi a sviluppare organizzazioni e strutture sanitarie sicure ed efficienti.

Le azioni prioritarie

Il Servizio sanitario nazionale fin dai primi anni di questo secolo ha avviato un programma molto articolato per affrontare i principali rischi in ambito assistenziale.  

Le azioni si sviluppano nei seguenti ambiti prioritari:

Il Ministero inoltre segue insieme alle Regioni e Province autonome e agli altri enti coinvolti il processo di attuazione della Legge 24 del 2017. 

La legge 24 del 2017

Con la Legge 24 del 2017 “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie", il nostro Paese dispone di un impianto normativo avanzato e coerente con gli standard internazionali. La legge 24 definisce il problema come prioritario, disegna le coordinate organizzative per affrontarlo e valorizza la cultura della sicurezza favorendo il processo di segnalazione degli eventi avversi finalizzati all’apprendimento per poterne prevenire il ripetersi. La Legge 24 ha tra l’altro istituito l’Osservatorio  nazionale delle buone  pratiche  sulla  sicurezza  nella  sanità (presso l’AGENAS) con il compito di coordinare e favorire l’implementazione dei programmi e il raccordo tra le Regioni e i diversi attori nazionali coinvolti (oltre al Ministero, ISS, AIFA, AGENAS stessa, Regioni, Università, Ordini professionali, Società scientifiche, Associazioni di cittadini, ecc.).

La Legge ha inoltre riorganizzato il Sistema nazionale Linee guida per il quale il Ministero ha curato l’elenco delle società scientifiche e delle associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie in attuazione dell’articolo 5 della Legge 24.

L'elenco sarà aggiornato ogni due anni.

Archivio attività e documenti

Nell’ambito delle attività del Ministero della Salute in tema di qualità dei servizi sanitari, sono stati istituiti  fin dall’inizio degli Anni 2000 vari gruppi di lavoro oggi non più attivi tra cui:

  • la Commissione tecnica sul rischio clinico (D.M. 5 marzo 2003)
  • il gruppo di lavoro per il rischio clinico (D.D. 14 maggio 2005)
  • il gruppo di lavoro per la sicurezza dei pazienti (D.D. 20 febbraio 2006).

Nel corso degli anni sono stati prodotti vari documenti, disponibili di seguito in formato pdf, che hanno costituito la base per una serie importante di corsi di formazione, residenziali e a distanza:


Data di pubblicazione: 31 ottobre 2006, ultimo aggiornamento 29 ottobre 2019

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area