Nel nostro Paese, è aumentato in maniera esponenziale il fabbisogno di cure sanitarie, ivi comprese quelle odontoiatriche. Pur essendo per più del 90% l’offerta di prestazioni rese da professionisti privati, esiste, con talune punte di eccellenza, un’odontoiatria pubblica che riesce a garantire prestazioni specialmente a quei cittadini in condizioni di vulnerabilità sociale ed economica.

L’assistenza odontoiatrica a carico del SSN è rivolta, infatti, solo a specifiche fasce di utenti e in particolare prevede:

  • programmi di tutela della salute odontoiatrica nell’età evolutiva
  • assistenza odontoiatrica a determinate categorie di soggetti in condizioni di particolare vulnerabilità (sociale ed economica definita in modo differente da ciascuna Regione).

In aggiunta a tali categorie, a tutti i cittadini, indipendentemente dall’appartenenza alle categorie sopra indicate, sono garantite le visite odontoiatriche per poter diagnosticare precocemente le patologie neoplastiche del cavo orale e trattare immediatamente le urgenze odontostomatologiche, per es. infezioni acute e dolore acuto.

Purtroppo non si ha uniformità di erogazione per la stessa prestazione su tutto il territorio nazionale e ugualmente non si ha uniformità di distribuzione del personale odontoiatrico e di mezzi.

Vista la necessità di incrementare l’offerta pubblica, specialmente per le categorie di cittadini in condizioni di disagio socio-economico, si è ritenuto opportuno avere una conoscenza certa dell’offerta pubblica odontoiatrica in termini di strutture, personale, mezzi, tutto questo prima di intraprendere iniziative di politica gestionale.

A raccogliere i dati sull'odontoiatria pubblica in Italia ci ha pensato il Centro OMS per l’epidemiologia e l’odontoiatria di comunità per conto del Ministero. 
Il censimento, che fotografa in maniera precisa la situazione della nostra odontoiatria pubblica, è stato concluso dopo due anni di lavoro e raccoglie i dati relativi al 2006. Si tratta di dati completi ad eccezione delle regioni Sicilia e Sardegna delle quali abbiamo solo numeri parziali.
I numeri ricavati indicano che l’odontoiatria pubblica del nostro Paese ha dimensioni sicuramente importanti ma con un potenziale sicuramente più ragguardevole soprattutto in termini di “sfruttamento” dei riuniti, come pure, emerge una scarsa presenza di igienisti dentali, figura questa particolarmente importante in termini di capacità erogare prestazioni di odontoiatria preventiva.
Obiettivi di politica sanitaria sono sicuramente quelli di implementare e, soprattutto, ottimizzare le risorse disponibili oggi, affinché un sempre maggior numero di cittadini possa accedere all'assistenza pubblica per conservare o ripristinare un buono stato di salute orale.

Dati nazionali strutture - pazienti

 

Dati regionali

Regioni Nord (pdf, 660 Kb) Grafici (pdf, 560 Kb)

 

Regioni Centro (pdf. 630 Kb) Grafici (pdf, 555 Kb)

 

Regioni Sud Grafici(pdf, 550 Kb)

 

Regioni Isole (pdf, 610 Kb) Grafici (pdf, 550 Kb)

 

Università Italiane di Odontoiatria


Data di pubblicazione: 12 ottobre 2009, ultimo aggiornamento 11 marzo 2014

Pubblicazioni   |   Opuscoli e poster   |   Normativa   |   Home page dell'area tematica Torna alla home page dell'area