L'attività di audit consente una visione organica del contesto operativo del sistema sanitario regionale e del complesso delle attività di prevenzione svolte nel campo della sanità pubblica veterinaria e della sicurezza alimentare, favorendo l'armonizzazione dei sistemi di controllo delle realtà produttive regionali attraverso delle verifiche sul territorio nazionale

Oggetto dell'attività di audit: verifica dell'efficacia e dell'efficienza del sistema sanitario regionale (SSR) sulle attività concernenti la sanità pubblica veterinaria e la sicurezza degli alimenti,  e monitoraggio dell'azione regionale, nonché l’uso degli strumenti di gestione

L’Accordo Stato Regioni n. 46 del 7 febbraio 2013, recante "Linee guida per il funzionamento ed il miglioramento dell’attività di controllo ufficiale da parte delle autorita’ competenti in materia di sicurezza degli alimenti e sanità pubblica veterinaria” rappresenta una linea guida a supporto del percorso di adeguamento dei tre livelli di autorità competenti ai requisiti previsti dal Regolamento n. 882/2004, in modo che esse possano espletare quanto previsto dagli obblighi comunitari in un quadro di ricerca di efficienza da parte della Pubblica Amministrazione

Il sistema di audit prevede cicli di audit presso ciascuna Regione e Provincia Autonoma, articolati in audit di settore e audit di sistema. Ciascun ciclo è composto generalmente da quattro audit di settore e da un audit di sistema, di norma effettuato a chiusura del ciclo

Dati di attività relativi agli audit di sistema e di settore

Consulta i rapporti audit regionali