Ufficio: DG Dispositivi medici e Servizio farmaceutico

Data di pubblicazione: 28 agosto 2018

Data di scadenza: 17 settembre 2018

Ai fini dell’approvazione di una sostanza come principio attivo biocida, il Regolamento (UE) 528/2012 relativo alla messa a disposizione sul mercato e all’uso dei biocidi prevede che uno Stato membro ne effettui la valutazione tramite la propria Autorità di valutazione competente, che per l’Italia è il Ministero della Salute.

In tal senso, la Direzione generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico intende verificare l’eventuale disponibilità di Enti pubblici alla collaborazione, mediante accordi ai sensi dell’art. 15 della legge 241/90, per la valutazione tecnica dei principi attivi di competenza del Ministero della Salute.

Condizioni di ammissibilità delle manifestazioni di interesse sono:

  • la natura pubblica dell’Ente;
  • la riconducibilità dell’attività di valutazione dei principi attivi biocidi nell’ambito delle “attività di interesse comune” di cui all’articolo 15, comma 1, della legge 241/90;
  • l’assenza, in caso di eventuale sottoscrizione di accordi, delle condizioni ostative di cui all’articolo 5 del D. Lgs. 50/2016 e di conflitti di interesse;
  • il possesso delle risorse necessarie per l’integrale attività di valutazione tecnica di competenza dell’Autorità di valutazione competente.


Invio manifestazioni di interesse

Gli Enti pubblici che intendano collaborare nella valutazione tecnica dei principi attivi biocidi dovranno presentare alla Direzione generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico del Ministero della Salute manifestazione di interesse secondo il modello allegato all'invito, firmata dal legale rappresentante e trasmessa a mezzo posta elettronica certificata all'indirizzo dgfdm@postacert.sanita.it, entro il giorno 17 settembre.

Acquisite le manifestazioni di interesse, la Direzione generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico valuterà, nell’ambito della propria discrezionalità amministrativa, l’eventuale possibilità di contattare uno o più Enti per possibili proposte di collaborazione.

Data di pubblicazione: 28 agosto 2018, ultimo aggiornamento   

Documentazione