immagine tratta dall'opuscolo

Titolo: La valutazione del rischio spiegata dall'EFSA - L'acrilammide negli alimenti

Sommario: L'acrilammide è una sostanza chimica che si forma naturalmente nei prodotti alimentari amidacei durante la normale cottura ad alte temperature (frittura, cottura al forno e alla griglia e anche lavorazioni industriali a più di 120° con scarsa umidità). Si forma per lo più a partire da zuccheri e aminoacidi (principalmente un aminoacido chiamato asparagina) che sono naturalmente presenti in molti cibi. Il processo chimico che causa ciò è noto come "reazione di Maillard" e conferisce al cibo quel tipico aspetto di "abbrustolito" che lo rende più gustoso.

Anno di pubblicazione: 2015

Data di pubblicazione: 8 giugno 2015 , ultimo aggiornamento 8 giugno 2015