Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.
Vai alla pagina Atti delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatari distintamente per ogni procedura

Ufficio: DG Prevenzione sanitaria

Data di pubblicazione: 18 ottobre 2013

Data di scadenza: 4 novembre 2013

Ministero della Salute
Direzione Generale della Prevenzione


AVVISO per la presentazione di progetti di intervento in tema di lotta contro la diffusione dell’epidemia da HIV, da realizzarsi in collaborazione tra Ministero della salute ed enti pubblici, operanti nel settore sanitario, nelle materie proposte dalla Consulta delle associazioni per la lotta contro l’AIDS per l’anno 2013.
Legge n.241/90, art. 15 e Legge n. 296/2006 art. 1. c. 809. Pubblicazione ai sensi dell’art. 26 del D. lgs. n. 33/2013.

AVVISO 6 dicembre 2013 - Il 3 dicembre 2013 il Comitato di valutazione, nominato con decreto dirigenziele 29 novembre 2013 del Direttore della Direzione generale della prevenzione, ha proceduto all’esame di congruità delle proposte progettuali pervenute, sia rispetto all’argomento indicato dalla Consulta del volontariato, che rispetto ai requisiti minimi,  soggettivi ed oggettivi previsti nell’Avviso. Il Comitato ha poi proceduto all’attribuzione alle proposte dei punti relativi agli elementi di qualità e di quelli relativi al costo. Ad esito di tale selezione comparata, la proposta di collaborazione che ha raggiunto il punteggio più alto tra i progetti presentati e valutati, è risultata essere quella dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani, dal titolo "Offerta del test rapido per HIV”.   


FINALITA'
La strategia di lotta all’AIDS, suggerita dall’Unione europea, per il quinquennio 2009/2013, contiene principi e misure generali per contrastare la diffusione dell’HIV/AIDS e suggerisce specifiche strategie di intervento ai Paesi Membri.

I risultati dei progetti potranno costituire un aggiornamento, utile alle Associazioni che operano sul campo e agli operatori sanitari, finalizzato a informare la popolazione di riferimento su strategie di prevenzione innovative e mirate nonché individuare i bisogni di salute e i problemi di carattere sociale delle persone ammalate.


SOGGETTI AMMESSI AL FINANZIAMENTO
Sono invitati a presentare progetti, nell’area di intervento sotto elencata, i soggetti pubblici qualificabili come enti del S.S.N. o università, oppure istituti pubblici di ricerca; quest’ultimi, se non operanti sull’intero territorio nazionale, dovranno essere autorizzati a partecipare dalla regione competente per località di sede legale.

I progetti, della durata di mesi diciotto, dovranno avere sviluppo nazionale, assicurando lo svolgimento di attività riferite ai territori di almeno cinque regioni, con garanzia di rappresentanza geografica del nord, del centro e del sud-isole.  A tale scopo, dovranno essere coinvolte tre o più associazioni, radicate nel territorio, ma di cui almeno tre con presenza nazionale, intendendosi per tale l’esistenza di sedi operative aperte stabilmente nelle tre aree geografiche citate ed in almeno cinque regioni.


AREE TEMATICHE DEI PROGETTI
La Consulta delle associazioni per la lotta contro l’AIDS ha richiesto l’avvio di un progetto per l’anno 2013, nella seguente area tematica: 

"Definizione di ambiti e strumenti operativi e valutazione di impatto economico dell’offerta del test per HIV al di fuori dei contesti sanitari consolidati utilizzando test rapidi.
Fornire una base tecnica ai policy maker che devono definire le strategie operative".

Importo contribuibile: 150.000 €.


SELEZIONE COMPARATA DELLE PROPOSTE ED ATTRIBUZIONE DEI PUNTEGGI
Le proposte progettuali pervenute saranno sottoposte ad esame comparato da parte di un Comitato di valutazione, appositamente attivato presso il Ministero e composto da personale interno, integrato da esperti del Consiglio superiore di sanità e da tre membri della Consulta in rappresentanza della medesima.


PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
I Progetti devono essere trasmessi entro le ore 24.00 del giorno 04 novembre 2013, esclusivamente in formato elettronico e con invio alla casella di posta elettronica certificata - PEC - dgprev@postacert.sanita.it.

Per l’accettazione, farà fede la data ed ora di spedizione comprovata dal sistema di gestione della posta elettronica certificata del Ministero della salute.

Data di pubblicazione: 18 ottobre 2013, ultimo aggiornamento