Home / Covid-19 - Anziani e persone fragili

Covid-19 - Anziani e persone fragili


Foto


Oltre 14 milioni di persone in Italia convivono con una patologia cronica e di questi 8,4 milioni sono ultra 65enni. Sono proprio loro, i pazienti doppiamente fragili per età e per patologie pregresse, che devono stare ancora più attenti di altri. 

Ecco quello che è importante sapere:

  • Sintomatologia - Il Covid-19 nelle persone anziane tende a manifestarsi con sintomi, mentre tra i giovani sono più frequenti gli asintomatici. 
  • Mortalità - Dai dati dell'ISS "Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi all’infezione da SARS-CoV-2 in Italia", il numero di deceduti nei quali il Covid-19 è la causa direttamente responsabile della morte varia in base all'età, con valori minimi nelle persone di età inferiore ai 50 anni  e massimi nella classe di età  80-89 anni. A pesare è il maggior numero di patologie, che si sovrappongono andando avanti con gli anni. Già dopo i 65 anni più della metà delle persone convive con una o più malattie croniche e questa quota aumenta con l'età fino a interessare i tre quarti degli ultra 85enni (Sorveglianza Passi).
  • Malattie croniche - I malati cronici sono quelli più a rischio di sviluppare forme gravi di Covid-19. Secondo i dati del report Iss “Caratteristiche dei pazienti deceduti positivi all'infezione da SARS-CoV-2 in Italia”, le più comuni malattie croniche diagnosticate prima di contrarre l’infezione da SARS-CoV-2 nei pazienti deceduti sono:
    • l’ipertensione arteriosa 
    • il diabete mellito di tipo 2
    • la cardiopatie ischemica 
    • la fibrillazione atriale 
    • le demenze 
    • l’insufficienza renale cronica 
    • la broncopneumopatia cronico ostruttiva 
    • i tumori attivi negli ultimi 5 anni.
  • Le complicanze di Covid-19 che portano al decesso sono principalmente l'insufficienza respiratoria, il danno renale acuto, le sovrainfezioni e il danno miocardico acuto.  
  • Aderenza a terapie - Le persone con patologie croniche non devono abbandonare i percorsi di cura. Inoltre, dovrebbero, oggi più che mai, tenere sotto controllo la malattia di base assumendo in modo corretto le terapie e non interrompere di propria iniziativa i farmaci prescritti dal medico. Il crescente utilizzo della telemedicina potrà aiutare a monitorare a distanza i parametri clinici dei pazienti, assisterli nelle malattie croniche e favorire la prevenzione.
  • Precauzioni - Tutti i pazienti più vulnerabili perché anziani e/o affetti da patologie croniche devono prestare maggiore attenzione degli altri per ridurre il rischio di contagio. E' molto importante, quindi, rispettare le regole e le raccomandazioni di prevenzione emanate dal Governo.
    ​Tra le più importanti ricordiamo:
    • obbligo sull'intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine) e di indossarli sia nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private che in tutti i luoghi all'aperto in cui non sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi
    • obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro 
    • effettuare un frequente e corretto lavaggio delle mani 
    • non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani 
    • starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie 
    • evitare qualsiasi situazione in cui si possa verificare il rischio di assembramento tra persone.

Consulta le restrizioni vigenti sugli spostamenti tra Regioni.

  • Stili di vita - Un'alimentazione sana ed equilibrata, ricca di frutta e verdura, è la base per uno stile di vita salutare. E' importante anche fare attività fisica quotidiana, come ad esempio camminare, se possibile all'aria aperta.
  • Vaccinazioni - Le persone anziane a causa dell’età e della frequente presenza di più patologie concomitanti sono soggetti a maggior rischio di complicanze e di sviluppare forme severe di Covid-19 in caso di contagio con il virus Sars-CoV-2. Per questo è importante che si vaccinino contro questo virus. Per informarsi su come fare per vaccinarsi si può consultare il sito internet della propria Regione di residenza, della Asl, oppure rivolgersi per informazioni al proprio medico curante. 

Per saperne di più:

  • Piano nazionale vaccinazioni anti Covid-19 
  • Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19.

  • Anziani in Rsa e Hospice, le indicazioni per i visitatori - ​​L’8 maggio 2021 il Ministro Speranza ha firmato l’Ordinanza con cui si consente l'ingresso nelle strutture residenziali/hospice soltanto ai visitatori, ai familiari e ai volontari in possesso di Certificazione verde Covid-19.
    ​Ecco alcune precauzioni da attuare: 
    • Le visite nelle strutture devono essere sempre programmate.
    • L’ingresso alla struttura è possibile a non più di due visitatori per ospite e solo se in possesso di certificazione verde.
    • All’ingresso resta in vigore il protocollo di sorveglianza già in uso (compilazione di questionario etc.) e il rispetto delle norme igienico-sanitarie.
    • E’ sconsigliato l’accesso ai minori di 6 anni, per i quali non è possibile garantire il rispetto delle misure di prevenzione.
    • Vanno sempre privilegiati gli incontri negli spazi esterni alla struttura.
    • Sono possibili le uscite programmate degli ospiti e i rientri in famiglia. Gli ospiti vaccinati o con infezione negli ultimi 6 mesi possono uscire più frequentemente.
    • E’ sempre necessaria la firma di un patto di reciproca responsabilità fra struttura e ospite o legale rappresentante, sia per le visite all’interno della struttura da parte dei visitatori sia per le uscite degli ospiti.

Leggi

  • Numero verde gratuito per over 65  - Promosso da Senior Italia FederAnziani, WINDTRE e SIPEM SoS Federazione, è tornato operativo dal 26 novembre 2020 il numero verde gratuito 800 991414 che offre ascolto e supporto psicologico agli over 65 che hanno bisogno di aiuto. Il servizio è attivo tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 14.00 alle ore 19.00 ed è raggiungibile sia da telefono fisso che da mobile.

Per approfondire



Data ultimo aggiornamento: 10 maggio 2021



Condividi

Certificazione verde COVID-19
EU digital COVID certificate
A chi rivolgersi


Notizie

Vedi tutto


Tag associati a questa pagina


.