Il nuovo modello di assistenza territoriale in un’ottica One Health

Il nuovo modello di assistenza territoriale in un’ottica One Health

L’area di cambiamento punta a realizzare un nuovo modello di assistenza territoriale di prossimità per portare le risposte ai bisogni di salute il più vicino possibile ai cittadini.

A questo scopo sarà adottata e attuata una Riforma del modello organizzativo della rete di assistenza territoriale basata:

  • sul potenziamento dell’assistenza domiciliare, anche grazie all’impiego della telemedicina;
  • sulla realizzazione di nuove strutture e presidi sanitari sul territorio che migliorano l’accessibilità e ampliano la disponibilità di servizi di prossimità ai cittadini;
  • sulla definizione di un nuovo assetto istituzionale per la prevenzione sul territorio in ambito sanitario, ambientale e climatico, in linea con un approccio integrato (One Health) e con una visione olistica (Planetary Health).

In questo quadro saranno, inoltre, sviluppati tramite i fondi del PN Equità in Salute interventi mirati nelle regioni del sud Italia per garantire l’accesso ai servizi sanitari e socio-sanitari delle fasce della popolazione in condizioni di vulnerabilità.

Riforma

Definizione di un nuovo modello organizzativo della rete di assistenza sanitaria territoriale.

Interventi


Assistenza domiciliare

Assistenza domiciliare

Entro il 2026 l’assistenza domiciliare sarà integrata al 10% degli over-65,  anche grazie all’impiego della telemedicina. 

Traguardi finali (Target)

  • Arrivare a 800.000 persone totali over 65 in assistenza domiciliare.

Vai all'investimento

Case della Comunità (CdC) e presa in carico della persona

Case della Comunità (CdC) e presa in carico della persona

Le CdC sono presidi che assicurano la presa in carico della comunità di riferimento attraverso l’istituzione di un’équipe multiprofessionale costituita da medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, medici specialisti, infermieri di famiglia e di comunità e tutti gli altri professionisti sanitari coinvolti nel processo di cura.

Traguardi finali (Target)

  • Creazione di 1.350 case della comunità.

Vai all'investimento


Ospedali di comunità (OdC)

Ospedali di comunità (OdC)

Gli OdC sono presidi che svolgono una funzione intermedia tra il domicilio e il ricovero ospedaliero. Hanno l’obiettivo di evitare ricoveri impropri e di favorire dimissioni protette in luoghi, prossimi al domicilio, più idonei al prevalere di fabbisogni assistenziali, di stabilizzazione clinica, del recupero funzionale e dell’autonomia. 

Traguardi finali (Target)

  • Almeno 400 Ospedali di Comunità rinnovati, interconnessi e tecnologicamente avanzati.

Vai all'investimento

Le Centrali operative territoriali (COT)

Le Centrali operative territoriali (COT)

Le COT sono strutture che svolgono una funzione di coordinamento della presa in carico della persona e di raccordo tra servizi e professionisti, al fine di assicurare 7 giorni su 7 continuità, accessibilità ed integrazione dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria.

Traguardi finali (Target)

  • 600 Centrali Operative Territoriali per il coordinamento dei servizi domiciliari con gli altri servizi sanitari (una ogni 100.000 abitanti).
  • Acquisto device a supporto degli operatori e dei pazienti.
  • Interventi di interconnessione aziendale.

Vai all'investimento


Servizi territoriali del SSN per la popolazione più vulnerabile

Servizi territoriali del SSN per la popolazione più vulnerabile

Nelle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia saranno investiti, attraverso il Programma Nazionale Equità nella Salute, 625 milioni di euro per:

  • l’attivazione di centri di prossimità contro la povertà sanitaria e azioni di educazione sanitaria;
  • il potenziamento dei Dipartimenti di salute mentale e promozione di interventi integrati in collaborazione con servizi sociali e terzo settore;
  • il rafforzamento e inserimento dei consultori familiari, il potenziamento dei centri regionali per percorsi di affermazione di genere e centri clinico-assistenziali rivolti alle persone transgender e di genere non conforme;
  • l’aumento della copertura degli screening oncologici.

Vai all'investimento

Salute, ambiente, biodiversità e clima

Salute, ambiente, biodiversità e clima

Sviluppo di un nuovo assetto di prevenzione collettiva e sanità pubblica basato sull’approccio one health attraverso:

  • il rafforzamento delle strutture e dei servizi di SNPS-SNPA;
  • la formazione in salute-ambiente;
  • la ricerca applicata con approcci multidisciplinari mirata ad interventi integrati salute-ambiente-clima.

Vai all'investimento



Data di ultimo aggiornamento 28 aprile 2022


Condividi


Come cambia l'assistenza sanitaria territoriale nelle regioni

Cartina Italia Ripartizione Fondi Regioni
Regione Sardegna Regione Sicilia Regione Calabria Regione Basilicata Regione Molise Regione Lazio Regione Abruzzo Regione Umbria Regione Marche Regione Toscana Regione Emilia Romagna Regione Friuli Venezia Giulia Regione Valle d'Aosta Regione Liguria Regione Veneto Regione Piemonte Regione Lombardia Regione Campania Regione Puglia Provincia autonoma di Trento Provincia autonoma di Bolzano


Come cambia il Servizio Sanitario Nazionale