Ministero della Salute

Relazione annuale al PNI 2019

Data di pubblicazione: 30 novembre 2020

Alimenti di origine animale - Controlli sanitari all'importazione - carne fraca Brasile – attività ad hoc

FONTE: Ministero della Salute

Capitolo 2. Risultati

Nella seguente tabella (tabella 1) sono riportati, nella colonna 1, i dati sulle importazioni e sui campionamenti di tutte le partite di carne, preparazioni e prodotti di carne provenienti dal Brasile nel 2019, mentre nella colonna 2 i dati sulle importazioni delle partite di carne campionabili secondo la programmazione raccomandata dall’UE e in base ai criteri stabiliti dal Regolamento (CE) n. 2073/2005.

Nel periodo di riferimento (2019) sono state presentate per l’importazione 1.791 partite di carne bovina, di pollame loro preparazioni e prodotti (colonna 1). Di tali partite 124 sono state campionate per test di laboratorio (chimici e microbiologici) con una percentuale di campionamento pari al 6,9%.

Le partite oggetto della raccomandazione dell’UE presentate per l’importazione e campionabili secondo i criteri di sicurezza del Reg. (CE) n. 2073/2005 sono state invece 67 (colonna 2) di cui 14 campionate (20,9%). Di tali partite, 11 sono state esaminate per la ricerca di microrganismi previsti nei criteri di sicurezza del regolamento 2073/2005 (16,4%) e 4 per la ricerca di sostanza ad azione antibatterica.

Le partite non conformi sono state 3 di cui 1 per irregolarità documentali e 2 per esami di laboratorio sfavorevoli dovuti a contaminazione microbiologica (E. coli STEC e salmonella spp.)

Tabella 1 - Risultati del programma di campionamento attuato dai PIF italiani nel 2019 in seguito allo scandalo carne fraca in Brasile
Tab1