Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3b - Benessere animale > Benessere degli animali in allevamento

Benessere degli animali in allevamento

FONTE: Ministero della Salute

Capitolo 3b. Interventi per il miglioramento del sistema dei controlli

Nel corso del 2019, per la specie suina è stato previsto, in prima applicazione, un’autovalutazione per ciascuna azienda suinicola volta all’individuazione di quei fattori, parametri strutturali e manageriali, responsabili di ripercussioni negative sulla salute degli animali. Una volta individuati, l’allevatore deve provvedere alla loro correzione con la messa in atto di quelle misure risolutive oltre a rendicontare nel sistema di raccolta delle informazioni nella banca dati nazionale Vetinfo/Classyfarm ed essere, infine ugualmente presenti nel corso delle ispezioni ufficiali.

In particolare i punti critici riguardano tutte quelle misure finalizzate a migliorare la qualità di vita degli animali, oltre a garantire che non vengano effettuate inutili mutilazioni come il taglio preventivo della coda dei suinetti, non giustificate da una necessità medica. Nel 2019 sono state quindi elaborate nuove check list ufficiali con ulteriori disposizioni nazionali per meglio garantire la vigilanza negli allevamenti da parte del Servizio veterinario nazionale orientate ad accertare che venga verificato anche il livello qualitativo delle misure attuate dall’allevatore misurando le eventuali lesioni presenti sugli animali custoditi.

Il sistema sanzionatorio rimane quello già in essere, riportato dalle norme specifiche, oltre che dalle altre disposizioni previste in materia di illeciti penali laddove ravvisati nel corso del controllo ufficiale. 

Le check list per le altre specie animali dovranno essere fruibili per la rendicontazione dei controlli effettuati nel 2020 ottimizzando la raccolta e l’analisi dei dati.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 novembre 2020


Condividi:

  • Facebook