Ministero della Salute

Relazione annuale al PNI 2018

Data di pubblicazione: 23 luglio 2019

Arterite virale equina - Piano nazionale di controllo

FONTE: Ministero della Salute

Arterite Virale Equina - Attività svolte in ITALIA - 2018

Capitolo 5b. Analisi Critica e Conclusioni

Nel 2018 i flussi informativi hanno evidenziato un sostanziale ed ulteriore miglioramento della qualità dei dati, con la presenza delle informazioni necessarie alla tracciabilità individuale degli equidi testati.  Anche nel 2018, tuttavia, permane la criticità relativa alla incompletezza dell’informazione relativa al sesso degli equidi testati, pari a 6,5% dei record per i cavalli (4% nel 2017; 7,7% nel 2016) e 2,4% per gli asini (2,5% nel 2017; 10,1% nel 2016). Il numero di equidi sottoposti a controllo nel 2018 (N=2.189) appare in leggera crescita rispetto agli anni precedenti (N° 2.011 nel 2015:; N° 1.358 nel 2016:;N° 1.249 nel 2017:).

La proporzione di positività sierologiche rilevate a livello nazionale nei cavalli (64/1993=3,21%)  non si discosta significativamente da quelle osservate nelle precedenti annualità  (2015: cavalli 86/2011=4,27%: asini 3/192=1,56%; 2016: cavalli 45/1358=3,3%; asini 1/188= 0,5%:2017: cavalli 42/1088= 3,9%: asini 1/161=0,6%).

Nel corso dell’ultimo quadriennio si osserva una sostanziale stabilità di incidenza di equidi positivi ed eliminatori, a conferma della  persistenza “sporadico-endemica” dell’infezione nella popolazione di equidi che richiedono l’autorizzazione alla monta. Tuttavia, la sporadicità di riscontro di capi eliminatori, confermata anche nel 2018, sostiene la validità del sistema diagnostico attivo a livello nazionale, il quale si dimostra in grado di identificare i soggetti eliminatori di virus, potenziali diffusori di infezione tramite la monta.