Ministero della Salute

Relazione annuale al PNI 2017

Data di pubblicazione: 30 giugno 2018

Corpi di Polizia - CC Per La Tutela Agroalimentare - Attività svolta nel settore agroalimentare

FONTE: CC Carabinieri per la Tutela Agroalimentare

Attività Operativa svolta nel 2017

Il Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare - denominazione modificata dall’art.2- comma 1 , lettera b- dlgs 228/2017 (già Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari) - svolge controlli straordinari sull’erogazione e percezione di aiuti pubblici nel settore agroalimentare, della pesca e dell’acquacoltura, sulle operazioni di ritiro e vendita di prodotti agroalimentari, ivi compresi gli aiuti ai Paesi in via di sviluppo e agli indigenti.

Le frodi alimentari si vanno caratterizzando in senso più specifico verso le forme della contraffazione, della falsa evocazione e delle  pratiche commerciali ingannevoli che riguardano in particolare le violazioni alle norme sulla “etichettatura” e “tracciabilità”, nonché sul “Made in Italy”, sui disciplinari di produzione delle DOP/IGP/STG e delle “produzioni regolamentate” dalle normativa UE e Mipaaf, quali “Biologico” e “OGM”.

In tale contesto il Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare ha espletato, nel corso del 2017, controlli straordinari come sintetizzato nel tabulato riportato di seguito:
Tabella 1

L’azione dei Reparti ha consentito di:

Dai risultati raggiunti è emerso che:

Tra le principali attività da segnalare nell’azione di contrasto antifrode, in particolare svolte dai Reparti Carabinieri Tutela Agroalimentare (Re.T.A.) , spiccano le seguenti eseguite a largo raggio sul territorio nazionale:



Tag associati a questa pagina: Alimenti di origine animaleAlimenti di origine non animaleProdotti alimentari di qualità regolamentata