Sei in: Home > 3. Provvedimenti > 3B - Sanità animale > Peste Suina Africana - Piano di eradicazione

Peste Suina Africana - Piano di eradicazione

FONTE: Ministero della Salute

Peste Suina Africana - piano di eradicazione nella regione Sardegna

Capitolo 3b. Interventi per il miglioramento del sistema dei controlli

Il Servizio Sanitario regionale è stato, a partire dal 1 gennaio 2017, profondamente riformato con l’instaurazione di un unica azienda sanitaria, l’Azienda Tutela della Salute (ATS) della Sardegna, che ha competenza sull’intero territorio regionale

La necessità di un sistema efficace di identificazione e registrazione dei riproduttori suini è uno strumento indispensabile al contrasto della PSA nel territorio regionale.
L’anagrafe individuale dei riproduttori è stata implementata per contrastare le pratiche illegali legate alla detenzione e movimentazione dei suini – soprattutto dei verri e delle scrofe - che, nell’area storicamente endemica, rappresentano un importante fattore di rischio di persistenza e diffusione dell’infezione da virus PSA.

È stata altresì rivista la regolamentazione dell’attività venatoria, al fine di sensibilizzare le compagnie di caccia.
Ciò ha comportato un aumento del numero di campioni conferiti per l’esecuzione degli esami diagnostici, fornendo in tal modo un quadro della situazione sempre più accurato.

Anche nel 2017 sono proseguite le attività di miglioramento alla lotta alla malattia elaborate dall’Unità di Progetto, attraverso l’implementazione delle attività di sorveglianza negli allevamenti censiti, la verifica delle misure di biosicurezza, le campagne di sensibilizzazione per allevatori e cacciatori, addetti al settore elaborazione e trasformazione dei prodotti di salumeria, incremento delle misure di contrasto all’allevamento illegale attraverso l’identificazione e successivo abbattimento dei soggetti non identificati.


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2018


Condividi:

  • Facebook