Sei in: Home > 1. Attività svolta > Benessere animale > Benessere degli animali durante il trasporto

Benessere degli animali durante il trasporto

FONTE: Ministero della Salute, Ministero della Salute

Benessere degli animali durante il trasporto

Capitolo 1. Attività svolta

I dati riportati nella tabella generale di rendicontazione, introdotta a partire dal 1 gennaio 2015 con la Decisione di esecuzione della Commissione 2013/188/UE del 18 aprile 2013 e compilata secondo specifiche linee guida elaborate dal Ministero della Salute sulla base delle indicazioni fornite dalla stessa decisione, sintetizzano nelle tre sezioni (tab. 1 tipi di ispezioni, tab. 2 categoria e numero casi non conformità, tab. 3 categoria e numero azioni intraprese), l’attività di controllo svolta nell’anno 2017 dalle AUSL, dagli UVAC, e dagli Organi di Polizia.

I controlli messi in atto dalle AUSL nel 2017 sono stati effettuati in base alle indicazioni sulla programmazione minima e ai criteri di valutazione del rischio forniti dal Piano Nazionale Benessere Animale (PNBA) elaborato nel 2016.

I controlli effettuati congiuntamente dagli UVAC, ASL e dalla Polizia Stradale, invece, sono stati effettuati sulla base delle indicazioni fornite dal Protocollo d’Intesa, siglato nel 2011 tra Ministero della Salute e Ministero dell’Interno - Polizia Stradale, sul potenziamento dei controlli sul trasporto internazionale di animali vivi sul territorio nazionale.

Le colonne 1, 2 e 3 delle tabelle di rendicontazione,  identificano i tipi di ispezioni non discriminatorie ed in particolare: in colonna 1 è riportato il numero delle ispezioni non discriminatorie (ispezioni tipo 1) effettuate dalle autorità competenti nel luogo di partenza e nel luogo di destinazione al macello; in colonna 2 le ispezioni non discriminatorie (ispezioni tipo 2) effettuate  durante il trasporto; in colonna 3 le ispezioni non discriminatorie (ispezioni tipo 3) di solo tipo documentale, effettuate dopo il completamento del viaggio, per verificare il rispetto dei periodi di viaggio -riposo e i dati GPS, applicabili  solo a bovini, suini, ovi-caprini e equidi.

Dall’analisi dei dati di rendicontazione 2017 riportati in Tabella 1 (ispezioni) di cui alla sopra citata decisione, risultano effettuate in totale (vedi figura 1) 15048 ispezioni non discriminatorie. I mezzi di trasporto controllati sono stati 13609; i documenti di accompagnamento controllati sono stati 14208.  La maggior parte di queste ispezioni sono state di tipo 1, effettuate nel luogo di partenza prima del trasporto degli animali per lunghi viaggi e nel luogo di destinazione al macello, sia dopo lunghi viaggi che brevi viaggi.  In totale le ispezioni tipo 1, 2 e 3, hanno interessato 14.264.860 animali tra bovini, suini, ovi/caprini, equidi, pollame, conigli, cani ed altri animali (compresi starne, fagiani, lepri, animali da sperimentazione, animali esotici da compagnia) e 611.155 kg di pesci d’acquacoltura.

Figura 1
Figura 1


‹‹‹ Capitolo precedente - Capitolo successivo ›››

Data di pubblicazione: 30 giugno 2018

Tag associati a questa pagina: Salute e benessere degli animali


Condividi:

  • Facebook